L'Automobile Club ricevuto al Quirinale

Una delegazione ACI è stata ricevuta oggi dal Presidente Napolitano, che ha elogiato il ruolo sociale del Club e il suo impegno nella sicurezza s

La sicurezza stradale è da sempre una delle priorità dell'ACI, l'Automobile Club d'Italia, che ha portato questo tema all'attenzione del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Una delegazione del Club è stata infatti ricevuta al Quirinale: a guidare la rappresentanza il presidente Enrico Gelpi, il presidente onorario Rosario Alessi, il segretario generale e altri membri del Comitato Esecutivo, che hanno presentato al Capo dello Stato i progetti nazionali ed internazionali per la sicurezza stradale in cui l'ACI è impegnato.

"Siamo certi che il ruolo del Presidente a continuo presidio delle istanze degli italiani - ha dichiarato Gelpi - sarà di stimolo al Parlamento e ai maggiori organismi pubblici e privati del Paese per nuovi e più decisi passi verso una mobilità responsabile. Bisogna infatti abbandonare la logica delle emergenze e strutturare politiche organiche che devono svilupparsi con interventi integrati in modo ordinario e continuativo".

Morti e feriti negli incidenti stradali sono diminuiti in questi ultimi anni, ma le cifre rimangono ancora inaccettabili e sembrano quelle di una vera e propria epidemia: più di 4.700 morti e oltre 310.000 feriti ogni anno, con un costo sociale di 30 miliardi di euro. Se non vengono presi provvedimenti a livello internazionale si prevede che le vittime della strada aumenteranno del 46% nei prossimi dieci anni, passando dagli attuali 1,3 milioni a 1,9 milioni nel 2020.

L'ACI supporta la campagna di sensibilizzazione "Make Roads Safe - Strade sicure" promossa dalla FIA (Fédération Internationale de l'Automobile) con l'obiettivo di dimezzare le vittime sulle strade nel prossimo decennio, prevenendo 5 milioni di decessi e il ferimento di 50 milioni di persone e riducendo i costi sociali di 2.300 miliardi di euro nel mondo. Nella prima Conferenza Interministeriale mondiale sulla sicurezza stradale, tenutasi a Mosca, sono state avanzate le varie proposte per raggiungere gli obiettivi prefissati; queste proposte che sono state anche incluse nella risoluzione dell'ONU con cui i prossimi dieci anni sono stati definiti "decennio di azione" per la sicurezza stradale.

Il presidente Napolitano ha riconosciuto la valenza sociale dell'Automobile Club come ente promotore della sicurezza stradale e ha elogiato i servizi all'avanguardia offerti nel settore della mobilità. Riguardo alla campagna "Make Roads Safe" Napolitano ha valutato con interesse le proposte dell'iniziativa.

Un contributo rilevante alla diminuzione dell'incidentalità in Italia potrebbe arrivare dall'approvazione in via definitiva del Testo unificato per la sicurezza stradale, ora al vaglio della Commissione lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato, dopo essere stato approvato a marzo 2009 dalla Commissione Trasporti della Camera. Nell'occasione stata ricordata l'opportunità che il testo venga approvato prima dell'esodo estivo, contribuendo a diminuire le vittime della strada che si concentrano in quel periodo.

Se vuoi aggiornamenti su L'AUTOMOBILE CLUB RICEVUTO AL QUIRINALE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Tomelleri | 29 aprile 2010

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.