Con iPhone il soccorso è a portata di dito

Gli utenti inglesi di iPhone possono chiamare assistenza premendo un pulsante e venendo localizzati via gps. Il servizio è gestito da Startrescue

Gli automobilisti che si trovano sul territorio britannico e sono utenti iPhone hanno a disposizione un nuovo servizio lanciato da Startrescue, un'organizzazione privata che gestisce in Inghilterra il soccorso stradale e di assistenza agli automobilisti.

Si tratta di un'applicazione - Start rescue, scaricabile da internet - che permette agli utilizzatori di chiedere un intervento di soccorso stradale immediato senza effettuare una telefonata ma semplicemente premendo un pulsante. Grazie al Gps incorporato nell'iPhone, si potrà essere localizzati nel giro di 15 secondi da una centrale operativa che avrà già a disposizione una serie di informazioni come l'identità dell'intestatario, il tipo di auto e quale potrebbe essere il problema in atto, in seguito alle comunicazioni dell'automobilista in base ai "sintomi" del suo veicolo.

A questo punto, Startrescue contatterà telefonicamente l'utente per chiedere conferma dei dettagli del problema o del danno o della situazione. Una volta che il soccorso stradale è partito dalla base, l'automobilista riceverà un messaggio che lo informerà sulle generalità del personale inviato in aiuto e sul tempo che impiegherà per arrivare in loco.

"Abbiamo ascoltato i nostri abbonati e abbiamo capito che la cosa più importante è che sia individuato al più presto il guasto senza costi di telefonate e attraverso messaggi che non scarichino la batteria del telefono, in certi momenti particolarmente importante" ha detto Richard Lamberth di Startrescue.

L'applicazione è scaricabile gratuitamente dai membri e dai non membri sul sito www.startrescue.co.uk. A questi ultimi, in caso di richiesta di soccorso, sarà comunicata l'entità della spesa di assistenza.

Se vuoi aggiornamenti su CON IPHONE IL SOCCORSO È A PORTATA DI DITO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 13 aprile 2010

Vedi anche

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".

Pedaggi autostradali: i nuovi aumenti 2017

Pedaggi autostradali: i nuovi aumenti 2017

Con l’inizio del nuovo anno arrivano i nuovi aumenti nel 2017 dei pedaggi autostradali caratterizzati da una media dello 0,6%.