Il Tutor in prova anche sulle strade statali

Entro l’autunno è prevista l’installazione di rilevatori sperimentali sulle SS Romea, Aurelia e Domiziana

Il Tutor in prova anche sulle strade statali

di Redazione

13 aprile 2010

Entro l’autunno è prevista l’installazione di rilevatori sperimentali sulle SS Romea, Aurelia e Domiziana

Pure le strade statali verranno attrezzate con i rilevatori di velocità media noti come  “Tutor”. L’Anas ha nei giorni scorsi annunciato l’intenzione di testare alcuni esemplari delle apparecchiature  sulle SS Romea, Aurelia e Domiziana. Rispetto agli strumenti in dotazione per le autostrade, il sistema in questione prevede una taratura specifica, e si inserisce all’interno di un piu’ ampio piano di sicurezza che coinvolga attivamente anche gli utenti.

Stando a quelli che sono i dettami della gara d’appalto, il piano d’intervento prevede di monitorare la Romea dal km 1,600 al km 8,600, l’Aurelia nel tratto compreso tra il km 92 e il km 104,800, e infine la n.7 Domiziana, tra il km 43,750 e il km 54,380. La sperimentazione dovrà obbligatoriamente partire entro i prossimi sei mesi, per un periodo di funzionamento previsto entro 540 giorni. In base ai risultati, si deciderà poi se estendere la proposta all’intero reticolo delle strade statali.[!BANNER]

Il presidente della società, Pietro Ciucci ha precisato come ”l’Anas ha tra i suoi compiti istituzionali anche quello della ricerca di soluzioni in grado di elevare i livelli di sicurezza della rete viaria di propria competenza. L’utilizzo del tutor e’ finalizzato alla riduzione della incidentalità – ha poi aggiunto – attraverso l’acquisizione ed archiviazione dei dati relativi alla velocita’ media dei veicoli, alla verifica delle eventuali violazioni, ed alla raccolta dei dati di traffico”.