A Roma le strisce pedonali sono più sicure

Saranno 80 gli attraversamenti pedonali che a Roma saranno ridisegnati con l'utilizzo di una vernice speciale, più visibile e duratura

Sono troppi gli incidenti che avvengono per le strade di Roma in cui i pedoni vengono travolti da auto e moto, con conseguenze spesso anche molto gravi. Per cercare di risolvere o quantomeno ridurre questa fonte di pericolo arriva così una nuova vernice che delimiterà la strisce pedonali di 80 degli attraversamenti più pericolosi della Capitale. 

L'iniziativa nasce da una collaborazione tra la Fondazione ANIA e il Comune di Roma, che hanno individuato i punti più a rischio della città in cui intervenire rifacendo da zero gli attraversamenti pedonali grazie all'utilizzo di una speciale vernice bianca che promette di alcuni vantaggi importantissimi dal punto di vista della sicurezza.

La nuova vernice, infatti, assicura una maggiore visibilità sia di giorno che di notte grazie alla capacità di riflettere meglio la luce, con il vantaggio di essere inoltre antiscivolo, aspetto importante sia per i pedoni che per i tanti motociclisti, e di resistere per lungo tempo agli agenti atmosferici.  

Già stamattina sono state disegnate le prime strisce zebrate alla presenza del Presidente della Fondazione ANIA, Sandro Salvati, dell'Assessore alla Mobilità e Trasporti del Campidoglio, Sergio Marchi, e dell'Assessore ai Lavori Pubblici e alle Periferie di Roma Fabrizio Ghera.

È stato Salvati, in particolare, a spiegare la novità: "Quello che dobbiamo tenere presente è che Roma è anche una città turistica. Un cittadino di Amburgo, Londra o Stoccolma sa che nella sua nazione l'attraversamento pedonale è terreno blindato. Da noi non è così e dobbiamo lavorare per cambiare l'approccio culturale degli automobilisti italiani. Lo scopo della Fondazione Ania non è solo quello di criticare, ma anche di proporre soluzioni. La nostra filosofia è quella del "fare" e per questo siamo arrivati a questa iniziativa. Alla fine dei lavori, ci faremo carico di monitorare l'efficacia degli interventi. Dopo gli etilometri e le strisce realizzeremo altri progetti con il Comune di Roma anche per il monitoraggio dell'incidentalità. Puntiamo a contribuire a rendere Roma un modello per la sicurezza stradale".

Importantissimo è stato, nella realizzazione del piano di intervento, il progetto Black Point realizzato da Fondazione ANIA e avvalsosi delle segnalazioni dei cittadini circa i punti più critici in cui intervenire, un lavoro che ha consentito di raccogliere i dati necessari per poter stabilire con precisione il tipo di lavori da effettuare. Dopo la partenza di oggi da piazzale della Radio le nuove strisce pedonali verranno progressivamente portate nei restanti punti individuati entro i prossimi 3 mesi, sperando così di porre fine ad un'intollerabile scia di incidenti che nel 2008 ha visto 52 pedoni perdere la vita per le vie di Roma travolti, nella gran parte dei sinistri, proprio sugli attraversamenti pedonali.  

Se vuoi aggiornamenti su A ROMA LE STRISCE PEDONALI SONO PIÙ SICURE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 25 marzo 2010

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.