Saab: riparte la produzione a Trollhattan

La casa svedese, salvata di recente dagli olandesi di Spyker, ritorna in attività facendo ripartire la produzione a Trollhattan

Saab: riparte la produzione a Trollhattan

di Giuseppe Cutrone

23 marzo 2010

La casa svedese, salvata di recente dagli olandesi di Spyker, ritorna in attività facendo ripartire la produzione a Trollhattan

Dopo aver rischiato seriamente la chiusura ed essere stata salvata in extremis grazie all’acquisizione da parte di Spyker, la casa svedese Saab ha visto, proprio queste ore, guadagnare un altro tassello del proprio rilancio.

Dopo un mese dall’avvento dei nuovi proprietari succeduti a GM è ripartita oggi la produzione nello stabilimento di Trollhattan, un evento che pone le basi per la nuova vita della casa scandinava.  

Inizialmente la produzione sarà di soli 100 esemplari al giorno divisi tra la Saab 9-3 e la Saab 9-5, per un volume di produzione ridotto a causa della crisi che ha colpito il marchio, il quale, lo scorso anno, ha immatricolato solamente 40.000 vetture. [!BANNER]

I piani per il futuro sono tuttavia migliori, con Spyker che prevede di portare a circa 50 o 60.000 esemplari la produzione di quest’anno per arrivare poi, nel 2011, a raddoppiare tale quantità anche grazie all’introduzione in gamma di nuovi modelli.