Milano, con meno auto ci si muove meglio

Il Rapporto Cittalia 2009 mostra gli abitanti delle città metropolitane italiane fermi nel traffico. Tranne a Milano, il numero delle auto aumenta

Milano, con meno auto ci si muove meglio

di Andrea Barbieri Carones

10 febbraio 2010

Il Rapporto Cittalia 2009 mostra gli abitanti delle città metropolitane italiane fermi nel traffico. Tranne a Milano, il numero delle auto aumenta

In auto alla velocità di un trattore e in autobus alla velocità di una bici. Secondo il Rapporto Cittalia 2009 elaborato da Fondazione Anci Ricerche, la mobilità nelle città italiane va sempre peggio. La ricerca ha dato alcune conferme e qualche sopresa facendo una fotografia delle principali aree metropolitane della Penisola.

A Milano, per esempio, il numero di vetture per abitante è diminuito del 12,8% fra il 2002 e il 2008, controtendenza rispetto alla media nazionale che ha invece visto una crescita del 2,3%. Sarà anche per questo che il capoluogo lombardo è al decimo posto fra le città metropolitane in quanto a tasso di motorizzazione, dopo Roma, Torino e Napoli.

Tremendo il voto in termini “scolastici” che i cittadini delle principali aree metropolitane italiane hanno dato alla scorrevolezza del traffico in città: i napoletani 3,4; i romani 3,5; i palermitani 3,9 e i milanesi 4,6. Vicino alla sufficienza, invece, Torino, i cui cittadini le hanno dato un 5,8, pari a un 6 meno meno di una volta.

Bassa anche la velocità media del traffico in auto, che va dai 20 km/h di Palermo ai 26 di Torino. E in mezzo: Napoli, Milano, Roma e Genova. La cosa triste – che dovrà far pensare gli amministratori di ieri e di domani – è che coi mezzi pubblici tali velocità medie si riducono di circa la metà.[!BANNER]

Questi dati, in fondo, non devono sorprendere visto che i flussi dei pendolari residenza-lavoro con destinazione le città metropolitane nel 2009 hanno registrato un aumento del 5,5% rispetto al 2001. A far la parte del leone, Milano con 346.000 spostamenti giornalieri in ingresso nella sua area (e non del suo comune) seguita da Roma con 179.000 e da Torino con 137.000.

Per quanto riguarda le auto circolanti, a Milano oltre il 59% ha un’età inferiore agli 8 anni. Sempre secondo il Rapporto Cittalia 2009, Milano è la città d’Italia i cui cittadini utilizzano maggiormente il trasporto pubblico con una percentuale del 47% di utilizzatori frequenti, contro il 37% di Torino e il 34 di Roma.