Torino: confermata domenica senza auto. Stop dalle 10 alle 18

Dopodomani 7/2 il traffico veicolare si fermerà per 8 ore. La causa: come a Milano, è stato superato il livello massimo di polveri sottili

Torino: confermata domenica senza auto. Stop dalle 10 alle 18

di Francesco Giorgi

05 febbraio 2010

Dopodomani 7/2 il traffico veicolare si fermerà per 8 ore. La causa: come a Milano, è stato superato il livello massimo di polveri sottili

Auto ferme, domenica prossima, a Torino. Lo ha deciso ieri una ordinanza firmata dal vicesindaco Tom Dealessandri, nella quale è stato indicato che dopodomani, dalle 10 alle 18, il capoluogo sarà liberato dal traffico automobilistico.

Le precipitazioni che hanno interessato la città nelle ultime ore non sono servite a sospendere il provvedimento, attuato dai rappresentanti comunali come rimedio al superamento della soglia massima di 50 grammi/metro cubo Pm10 per 35 giorni all’anno consecutivi (stabiliti dalla Comunità Europea) che hanno interessato Torino il mese scorso.

Per questo, il Comune ha deciso di attuare il provvedimento di chiusura del traffico domenicale che era già stato fatto domenica scorsa a Milano. L’ordinanza firmata da Dealessandri viene supportata dai numeri: nell’arco di 20 giorni – dall’11 al 30 Gennaio – il limite di 50 microgrammi di Pm10 per metro cubo è stato sempre superato. Proprio l’ultimo giorno del mese – domenica scorsa – la presenza di questo tipo di polveri sottili si era lievemente abbassata. Ma per aumentare nei giorni successivi: la media di Pm10 rilevata dalla centralina installata a Lingotto, infatti, lunedì e martedì ha rilevato una media di 54 e 78 microgrammi per metro cubo.

Un valore piuttosto elevato, che contrasta anche con la progressiva diminuzione del Pm10 rilevata negli ultimi quattro anni nella regione: si è, infatti, passati dai 45 mc/m3 del 2006 ai 38 del 2007, 35 nel 2008 e 34 nel 2009.

I provvedimenti complementari alla domenica senza auto riguardano l’invito del sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, a non superare la temperatura di 20 gradi nelle abitazioni e il potenziamento del 20% delle linee pubbliche principali assicurato dal GTT (Gruppo Torinese Trasporti).[!BANNER]

L’auto in effetti non è la sola responsabile dell’inquinamento, occorre anche pensare a tutte le altre cause che concorrono ad appesantire l’aria. Resta in vigore, in ogni caso, anche il divieto di transito a Torino e nei Comuni dell’area metropolitana per tutti gli autoveicoli Diesel Euro 2 immatricolati da più di 10 anni. Una decisione che non aveva mancato di far nascere delle discussioni sulla sua effettiva validità, data anche l’esigua presenza numerica di questi veicoli a Torino e nei Comuni limitrofi.

A questo proposito: mercoledì pomeriggio, il Vicepresidente della Regione Piemonte Paolo Peveraro ha confermato l’erogazione di una nuova tranche di incentivi – fino a 1.500 euro a testa -da destinare agli artigiani che intendono dotare la propria auto Diesel Euro 2 con più di 10 anni del Filtro antiparticolato (FAP).

No votes yet.
Please wait...