Schumacher? Ferrari andrà bene anche senza

L’amministratore delegato Amedeo Felisa ritiene che il pasaggio del pilota tedesco alla Mercedes non comprometterà le vendite Ferrari

Schumacher? Ferrari andrà bene anche senza

Tutto su: Ferrari

di Andrea Barbieri Carones

04 febbraio 2010

L’amministratore delegato Amedeo Felisa ritiene che il pasaggio del pilota tedesco alla Mercedes non comprometterà le vendite Ferrari

Amedeo Felisa, AD Ferrari, ha detto che il passaggio di Michael Schumacher al team Mercedes non porterà a un calo di vendite della casa di Maranello. “Anche se non ci è piaciuto quello che è successo – ha detto in occasione dell’inaugurazione di un megaconcessionaro a Sydney – non credo che durante gli anni di Schumacher alla Ferrari le vendite siano salite. Se mai la sua presenza è servita a rafforzare il brand del cavallino”.

“Schumacher aveva una straordinaria capacità di entrare in confidenza con la macchina in un tempo brevissimo. Ma possiamo benissimo vivere senza di lui esattamente come abbiamo fatto prima del suo arrivo in Ferrari” ha aggiunto.[!BANNER]

La scuderia di Formula 1 delle rosse aveva inizialmente riprovato a corteggiare il pilota tedesco per farlo ritornare “a casa”. Ma la vicenda è stata ostacolata dalle regole che limitano a due auto la presenza in pista delle monoposto, nonostante l’azienda avesse fatto richiesta in tal senso alla Federazione internazionale dell’automobile.

Il vertice di Maranello pensa comunque che gli attuali piloti, Fernando Alonso e Felipe Massa, possano dare un contributo altrettanto positivo allo sviluppo del brand aziendale e dei modelli che vengono commercializzati e provati dagli stessi piloti i cui pareri sono molto seguiti.