Il Comune di Torino mette su Internet le foto scattate dall'autovelox

Novità in arrivo per gli automobilisti torinesi sorpresi a correre dall'autovelox: le foto potranno essere visualizzate sul Web

Dal prossimo 1 febbraio si annunciano novità per gli automobilisti torinesi o per quanti si troveranno a schiacciare un po' troppo l'acceleratore guidando su alcune vie del capoluogo piemontese superando i limiti vigenti in città.  

Per coloro che saranno sorpresi a correre dall'autovelox sarà possibile prossimamente verificare la fondatezza della contestazione ricevuta collegandosi direttamente ad Internet, dove si potranno visualizzare le foto che mostrano il luogo e il momento in cui viene commessa l'infrazione, senza il bisogno di doversi recare fisicamente in uno dei comandi della Polizia Municipale della città ed evitando così perdite di tempo.

La novità è relativa alle infrazioni rilevate dagli autovelox piazzati in due punti della città, quello di corso Moncalieri 113 e in corso Regina Margherita 401/A; le foto scattate in questi due luoghi potranno essere consultabili collegandosi al sito dedicato ed entrando nel menu "Sanzioni", quindi basterà cliccare su "Guarda immagine" per avere accesso al database che conterrà le foto delle  infrazioni registrate da aprile 2009 in poi.  

L'accesso alle foto, per scontate ragioni legate alla riservatezza dei dati, sarà ovviamente regolato da appositi accorgimenti, tanto che esclusivamente automobilisti interessati avranno accesso alla sezione e solo dopo aver fornito i dati richiesti dalla Polizia Municipale.  

Se vuoi aggiornamenti su IL COMUNE DI TORINO METTE SU INTERNET LE FOTO SCATTATE DALL'AUTOVELOX inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 27 gennaio 2010

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".