Opel estende gli incentivi fino al 31 gennaio

La Casa tedesca Opel ha incluso nell'agevolazione la possibilità di acquistare modelli a GPL e a metano fino al 31 gennaio

Come altre marche automobilistiche, anche Opel ha prolungato gli ecoincentivi fino al 31 gennaio, estendendoli ai modelli a GPL e metano e offrendo 1.500 Euro a chi rottamerà la propria vettura purché immatricolata prima del 31 dicembre 2000. La casa tedesca è la prima, però, a estendere l'agevolazione ai clienti che vogliono acquistare un'auto alimentata a gas. In questo caso, il cliente avrà comunque uno sconto di 1.500 Euro anche se non rottamerà il proprio usato.

L'ecoincentivo Opel, che è valido senza limiti di CO2, si rafforza ulteriormente nel caso di acquisto della versione GPL-Tech di Meriva, Astra 5 porte e Station Wagon e Zafira. In questo caso l'agevolazione Opel è cumulabile e può raggiungere i 3.000 euro, che si sommano alle varie politiche commerciali previste sui singoli modelli.

"Con questo programma, abbiamo voluto tutelare tutti i clienti di auto GPL o metano, che oggi coprono circa il 30% del mercato" ha dichiarato Roberto Matteucci, Amministratore Delegato di General Motors Italia. Per l'ammiraglia Insignia e la SUV Antara, Opel offre ai clienti che permutano la vettura altri incentivi specifici.

Se vuoi aggiornamenti su OPEL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 11 gennaio 2010

Altro su Opel

Opel Crossland X: svelato il nuovo crossover compatto
Anteprime

Opel Crossland X: svelato il nuovo crossover compatto

La sostituta della Meriva sfoggia forme da crossover e vanta una dotazione tecnologica di livello superiore.

Opel: ecco il teaser della Crossland X
Anteprime

Opel: ecco il teaser della Crossland X

Prima immagine del nuovo SUV della Casa del Fulmine in arrivo a Ginevra

Opel Ampera-e: via alle ordinazioni in Norvegia
Ecologiche

Opel Ampera-e: via alle ordinazioni in Norvegia

Il debutto sul mercato per la nuova Opel elettrica compatta avverrà a partire da metà 2017, in maniera graduale, nella maggior parte dei mercati UE.