Grande ritorno di Shelby American

La storica casa americana riporta in auge il vecchio marchio in occasione del 45° compleanno della Cobra 427 e della GT 350

Grande ritorno di Shelby American

di Andrea Barbieri Carones

23 dicembre 2009

La storica casa americana riporta in auge il vecchio marchio in occasione del 45° compleanno della Cobra 427 e della GT 350

Shelby Automobiles festeggia il 45° compleanno delle Cobra 427 e della Shelby GT 350 tornando sul mercato con lo storico marchio Shelby American. Sulla prima delle due auto, potrebbe essere stato avvistato Michael Schumacher.

Questo cambio di ragione sociale è fatto sia in funzione di semplificare il nome aziendale sia per appagare il romanticismo di molti appassionati in giro per il mondo. “Non passava giorno in cui non venissi fermato per la strada da qualche fan che mi pregava di tornare all’antico” ha detto Carroll Shelby, l’ormai quasi 87enne imprenditore statunitense fondatore della casa automobilistica nel 1962 e membro della Automotive Hall of Fame dal 1992.

Il nuovo nome, naturalmente, trasuda di patriottismo americano, molto forte soprattutto tra la clientela di queste auto, che sono riuscite a farsi “scritturare” da qualche regista di Hollywood.[!BANNER]

Sempre nella prima metà degli anni ’60, insieme al mito dei Beatles e dei Rolling Stones nasceva anche la Ford Mustang, chiesta espressamente da mr Ford che voleva vedere una macchina “muscolosa”. E l’amico Carroll, ex pilota dell’aeronautica militare durante la Seconda Guerra mondiale ed ex pilota di auto da corsa, lo accontentò creando la Shelby Mustang GT 350 e GT 500: la prima montava un 4.700 cc con 306 cavalli. La seconda, montava addirittura un 7 litri V8. Anche per queste prestazioni fuori dal comune, una versione successiva, la GT 390, venne impiegata nel film “Bullit”, con Steve McQueen. Quando si dice una vita spericolata.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...