Google Street View, in Italia si, in Svizzera "ni"

In Svizzera i tecnici di Google potranno continuare a scattare immagini per street View, ma senza per ora pubblicarle. In Italia tutto OK

Se in Svizzera c'è ancora qualche problema tra il preposto federale alla protezione dei dati Hanspeter Thür e Google sull'accordo Street View, il servizio che permette di passeggiare virtualmente in numerose città, in Italia tutto sembra procedere liscio: a Messina la scorsa settimana è stata avvistata nel traffico una Opel Astra nera dotata del dispositivo capace di catturare immagini da inserire su Street View.

Il nuovo servizio estende le funzionalità di Google Maps e permette di vedere panoramiche stradali ruotando a 360° in senso orizzontale e 290° in verticale. Ritornando in Svizzera, nell'attesa nella decisione del Tribunale amministrativo federale (TAF) sulla legittimità di questo servizio, i tecnici di Google potranno continuare a fotografare le strade, ma nessuna nuova immagine potrà essere pubblicata.

A Google spetterà di avvisare inoltre con almeno una settimana di anticipo, e non più a scadenza mensile, la data delle riprese in spazi pubblici, specificando esattamente entro quale raggio di una determinata città prevede di scattare le fotografie.

Se vuoi aggiornamenti su GOOGLE STREET VIEW, IN ITALIA SI, IN SVIZZERA "NI" inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".