Campagna shock sulla sicurezza stradale

A Buccinasco, in provincia di Milano, un monito sulle stragi del sabato sera con l’utilizzo di carcasse di auto

Campagna shock sulla sicurezza stradale

di Francesco Giorgi

20 novembre 2009

A Buccinasco, in provincia di Milano, un monito sulle stragi del sabato sera con l’utilizzo di carcasse di auto

Rottami di auto agli incroci. Carcasse di veicoli che sono davvero scampati a incidenti stradali piazzate in corrispondenza delle “rotonde”. Il Comune di Buccinasco, in provincia di Milano, ha scelto una immagine “forte” per promuovere una campagna di sensibilizzazione sulle stragi del sabato sera, e che giunge all’indomani della Giornata mondiale del ricordo delle Vittime della Strada indetta dall’ONU e che si è celebrata lo scorso 15 Novembre.

L’installazione fa parte di “Scegli la vita, no alle stragi del sabato sera”, una iniziativa che l’amministrazione della località dell’hinterland milanese ha organizzato, assieme all’Associazione Arcadia, e che inizierà domani, per concludersi domenica prossima.

La scenografia scelta è di sicuro impatto, cruda, rispecchia la realtà. Il Sindaco di Buccinasco, Loris Cereda, appare egli stesso dell’avviso che l’evento è “Macabro, certamente. E forse anche un po’ azzardato. Ma contiamo, con queste immagini, di infondere negli automobilisti un po’ più di prudenza. E’ chiaro che le persone un po’ più sensibili potranno sentirsi a disagio. Tuttavia, contiamo che questa sensazione venga poi ripagata”.[!BANNER]

Non è la prima volta che, per la sicurezza stradale, vengono utilizzate delle immagini che non lasciano adito a dubbi. Si pensi, ad esempio, all’iniziativa “Io dissuado”, promossa nei mesi scorsi dalla ANIA (l’Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), il cui messaggio era affidato a file di persone sdraiate sull’asfalto, per ricordare le vittime della strada.

Nei giorni scorsi, l’Associazione dei Familiari delle Vittime della strada, insieme al Comune di Treviso, ha organizzato l’affissione di manifesti e la distribuzione nelle scuole e negli impianti sportivi della provincia una serie di volantini che ritraggono una serie di croci. Un monito e una richiesta di non dimenticare.