Taglio di 10.000 lavoratori GM in Europa

Lo ha anticipato Nick Reilly, numero uno di GM Europa. Il piano di riassetto prevede una riduzione del 25% circa della produzione

Dai 9 ai 10.000 posti di lavoro a rischio negli stabilimenti europei di GM. Ecco il prezzo che bisognerà pagare nel processo di riqualificazione delle proprie attività, deciso dalla General Motors. Sul "come" e sul "quando" non c'è ancora nulla di deciso, anche se il numero uno ad interim di GM Europa, Nick Reilly, ha indicato che entro 20 giorni si conosceranno le modalità di questo provvedimento, assieme agli obbiettivi finanziari da perseguire per portare i bilanci del Gruppo in parità nel 2011 e in un "Profitto decente" (secondo una definizione data dallo stesso Reilly) nel 2012.

Reilly, intervenuto ieri a Londra in una conferenza, ha indicato che l'attuale produzione General Motors in Europa andrà ridotta del 25% per procedere a un concreto riassetto del Gruppo, nell'ambito di un piano di ristrutturazione da 3,3 miliardi di euro.

Una quota percentuale che, in sostanza, riguarderebbe un taglio di circa 10.000 posti di lavoro e la possibile chiusura di uno degli impianti della GM in Europa. La liquidità della General Motors, attualmente, è di 2,5 miliardi di dollari, mentre per la riqualificazione delle attività in Europa servono 3,3 miliardi di euro. Secondo Reilly, l'operazione sarà finanziata dai Governi europei, e GM si impegnerà a restituire i prestiti entro due anni.

Se vuoi aggiornamenti su TAGLIO DI 10.000 LAVORATORI GM IN EUROPA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 18 novembre 2009

Vedi anche

Rc Auto, verifiche da remoto con il tutor: operazione possibile

Rc Auto, verifiche da remoto con il tutor: operazione possibile

Ai 70 anni di Polstrada, il comandante Giuseppe Bisogno annuncia che i controlli sono tecnicamente fattibili; ora occorre aggiornare il CdS.

Lancia: il marchio sarà venduto ai cinesi di GAC?

Lancia: il marchio sarà venduto ai cinesi di GAC?

Indiscrezioni provenienti dai media brasiliani parlano di una possibile cessione di Lancia ai cinesi del colosso GAC.

Salone di Francoforte 2017: non ci saranno Fca, Psa e Nissan

Salone di Francoforte 2017: non ci saranno Fca, Psa e Nissan

Una indiscrezione Web indica che l’IAA 2017 farà a meno di Fca (ma non Ferrari e Maserati), DS e Peugeot, Nissan e Infiniti, Mitsubishi e Volvo.