Nasce il distretto milanese dell'auto

Dal prossimo 30 novembre ci sarà un nuovo sistema produttivo che coinvolge gli addetti ai lavori automotive per promuovere lo sviluppo del settore

A rappresentare l'intera realtà dell'automotive lombarda, dal 30 novembre prossimo, ci sarà un nuovo sistema produttivo che, radunando imprese, università, associazioni di categoria, istituzioni pubbliche e consorzi di imprese, tutti coinvolti nel settore dell'auto, intende promuoverne lo sviluppo e la competitività internazionale.

L'unione fa la forza dunque e l'obiettivo immediato è quello di raccogliere quante più adesioni possibili al fine di rafforzare questo nuovo sistema produttivo, nato dalla sinergia fra POLI AUTO (Politecnico di Milano - Dipartimento di Meccanica) e il capofila della filiera dell'industria automotive (CSMT Gestione Scarl di Brescia).

Questa coesione di forze produttive dell'automotive delle province di Milano, Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco e Mantova si qualifica non solo come una delle aggregazioni più grandi e importanti a livello nazionale ma anche come un'occasione di convergenza e condivisione di risorse, know-how, competenze tecnologiche in grado di apportare ricerca e innovazione.

A organizzare il networking del Sistema, ci sarà un comitato composto da Politecnico di Milano, Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso, ComunImprese Scarl e CSMT.

Se vuoi aggiornamenti su NASCE IL DISTRETTO MILANESE DELL'AUTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Il programma rafforzerà gli impianti di produzione Suv e pick-up nel Michigan, dei relativi motori e lo sviluppo di nuove tecnologie per la mobilità.

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.