Gruppo PSA rafforzerà l’alleanza con Bmw

I due gruppi condivideranno motori, componenti e forniture. Il Ceo francese Varin: “Stretta collaborazione sulle motorizzazioni a benzina”

Gruppo PSA rafforzerà l'alleanza con Bmw

di Lorenzo Stracquadanio

27 ottobre 2009

I due gruppi condivideranno motori, componenti e forniture. Il Ceo francese Varin: “Stretta collaborazione sulle motorizzazioni a benzina”

Il Gruppo Psa Peugeot-Citroen estenderà la sua partnership con il Gruppo Bmw. L’alleanza fra i due colossi dell’auto interesserà in particolare la condivisione di motori, componenti e forniture. A rivelarlo è stato nei giorni scorsi l’amministratore delegato di Psa Philippe Varin che ha affermato: “Abbiamo creato gruppi di esperti che al momento stanno collaborando più che altro sulle motorizzazioni a benzina”.

A oggi la partnership fra le due società prevede la fornitura dei motori Psa a benzina sulla compatta Mini, ma potrebbe portare in futuro anche all’adozione per la Casa di Monaco del nuovo motore 3 cilindri turbo sviluppato dagli ingegneri Peugeot-Citroen e che il Gruppo transalpino introdurrà nel mercato dal 2011.

Secondo quanto comunicato dal Ceo francese inoltre, sono in corso colloqui con Bmw per estendere la collaborazione in altre aree quali trasmissioni e sistemi di climatizzazione (in Germania la quota di market share di Psa è passata dal 5,4 al 6,7%).

La strategia del gruppo francese è quella di far leva su diverse collaborazioni con più soggetti allo scopo di accrescere il peso a livello internazionale di Psa Peugeot-Citroen. In questo quadro rientra anche l’accordo siglato lo scorso marzo con Mitsubishi per distribuire sul mercato europeo a partire dal 2010 il veicolo ad alimentazione elettrica MiEV (acronimo di Mitsubishi Innovative Electric Vehicle) con il proprio brand.