Benzina e diesel, prezzo aumentato in pochi giorni

L’aumento del 3% per la benzina e del 3,6% per il diesel in pochi giorni non può essere giustificato semplicemente con l’aumento del petrolio.

Il costo della benizna è tornato a salire in modo repentino: in pochi giorni il costo dei carburanti al pompa è aumentato in media del 3%. A denunciare la cattiva notizia ci ha pensato il Codacons, dichiarando che ogni volta che il costo del petrolio sale, i prezzi della benzina si alzano in modo smisurato.

Analizzando i prezzi al dettaglio, scopriamo che se la benzina è salita del 3%, il prezzo del diesel è lievitato addirittura del 3,6%, andando così a gravare principalmente sul portafoglio delle famiglie che adesso devono spendere circa due euro in più per un pieno, senza dimenticare che gli aumenti peseranno anche sui trasporti pubblici e su quelli commerciali che in Italiano risultano principalmente su gomma.

Secondo l'associazione dei consumatori non è accettabile che il prezzo del petrolio, che ha raggiunto in questi giorni una quotazione pari a 40,60 dollari al barile, possa riflettersi negativamente sui prezzi al dettaglio in modo così rapido. Ad oggi, il prezzo della benzina a toccato in media il prezzo di 1,416 euro/litro, mentre per il Gasolio il costo ha raggiunto 1,234 euro al litro, facendo spendere - a differenza del 29 febbraio - 2 euro in più per un pieno di benzina e 2,20 euro per il diesel.

Se vuoi aggiornamenti su BENZINA E DIESEL, PREZZO AUMENTATO IN POCHI GIORNI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 14 marzo 2016

Vedi anche

FCA: cambio al vertice per Alfa Romeo e Maserati

Nuovo AD per Alfa e Maserati

Wester lascia il posto a Bigland alla guida dei marchi Alfa Romeo e Maserati.

Emissioni: FCA diserta l

Emissioni: FCA diserta l'incontro con l'ente tedesco

Il ministro Delrio conferma che il dialogo ufficiale deve avvenire tra le Autorità di omologazione e non tra il governo tedesco e il Costruttore.

Google: l

Google: l'accordo con Fiat Chrysler sarà limitato

Google ribadisce la portata limitata della partnership per la guida autonoma siglata con Fiat Chrysler.