Strade urbane, sempre più a rischio incidente

Secondo una recente ricerca-sondaggio, le critiche condizioni delle strade cittadine mettono a serio rischio la sicurezza stradale.

Le strade di città continuano ad essere un serio problema per la sicurezza stradale, a causa della cattiva condizione e per la scarsa manutenzione che caratterizza il manto stradale della maggior parte delle città italiane.

Sono decisamente preoccupanti i dati che emergono dallo studio "Gli italiani e la percezione della sicurezza stradale", promosso dalla Fondazione Luigi Guccione vittime della strada in collaborazione con il SITEB (l'Associazione Italiana Bitume e Asfalto) e Assosegnaletica e condotto da IPR Marketing, l'istituto specializzato in ricerche e analisi di mercato.

Per colpa delle odiate "buche" che si trovano sempre più numerose sulle strade, 6 italiani su 10 nell'ultimo anno hanno rischiato di rimanere coinvolti in un incidente. Quest'ultimo, secondo la percezione degli italiani, è il secondo pericolo più avvertito dopo il furto in casa, ma prima di rapina, scippi e aggressioni.

Il 71% degli intervistati nella ricerca-studio sopra citata, teme di essere coinvolto in un incidente stradale: gli adulti sono quelli più preoccupati (86%), ma anche quelli che risiedono nel sud del paese (84%) e chi utilizza abitualmente l'auto per spostarsi (76%). Dalla ricerca si evince che la sicurezza stradale è percepita dalla popolazione come una vera e propria emergenza da affrontare con urgenza e determinazione, considerando che ben il 67% degli intervistati afferma di convivere con questo nella propria città di residenza.

Se ci chiediamo quali sono le "categorie" a rischio nel circolare sulle nostre strade, scopriamo che l'80% definisce "a rischio" le strade dove circolano moto e bici, mentre il 74% risulta convinto che le strade siano maggiormente pericolose per i pedoni, infine il 65%,  definisce pericolosi i tratti di strada  per chi si sposta con l'automobile. Ben il 60% ha risposto di aver rischiato la vita o di restare vittima di un incidente stradale nell'ultimo anno, a causa delle cattive condizioni della strada.

Purtroppo, nonostante i dati allarmanti, i comuni e le amministrazioni locali non sembrano avere come priorità la manutenzione delle proprie strade di competenza: secondo il sondaggio, al primo posto delle "priorità stradali" dei comuni troviamo la regolamentazione per i parcheggi (41%), il buon funzionamento dei semafori e il loro ripristino (30%) e la realizzazione di zone pedonali o ZTL (29%).

L'unico modo per migliorare la sicurezza sulle strade urbane è quindi di monitorare e migliorare il loro stato di manutenzione, montare o ripristinare i guard-rail ed ovviamente aumentare la presenza sulle strade delle forze dell'ordine.

Se vuoi aggiornamenti su STRADE URBANE, SEMPRE PIÙ A RISCHIO INCIDENTE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 09 marzo 2016

Vedi anche

Guida autonoma: grave incidente per una Google Car

Guida autonoma: grave incidente per una Google Car

Un'auto a guida autonoma di Google è stata protagonista di un incidente a Mountain View.

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Ideato dal giornalista Gianluca Nicoletti, questo geniale dispositivo dovrebbe presto diffondersi sulle strade del 1° Municipio di Roma.

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

L'azienda di Cupertino potrebbe acquisire la McLaren per usufruire delle sue tecnologie e puntare alla guida autonoma.