Volkswagen: modifiche per 540 mila vetture diesel in Germania

L’annuncio è stato dato dal ministro dei Trasporti teutonico.

Lo scandalo Volkswagen continua a produrre notizie, la macchia sul Costruttore di Wolfsburg si allarga ogni qualvolta trapela qualcosa dai piani alti, da studi universitari, o da decisioni governative. Quindi, l'ultima notizia rappresenta un'ulteriore tegola per un Gruppo alle prese con un'operazione piuttosto ardua: riconquistare in fretta la fiducia della clientela.

A quanto pare, il ministro dei Trasporti del governo tedesco ha reso noto che si dovrà intervenire attraverso delle modifiche tecniche sui motori di 540 mila auto diesel Volkswagen in Germania. Per le specifiche degli interventi, comunque, sarà lo stesso Costruttore ad informare i clienti.

Quindi, risulta evidente che non si tratta di una semplice questione di software e che ci vorranno correttivi più profondi per risolvere la questione dei valori alterati delle emissioni. Per la campagna dei richiami, il periodo iniziale è stato fissato all'inizio del prossimo anno, ma i clienti degli altri paesi europei sono in allerta per capire se anche le loro vetture saranno sottoposte ad interventi nel prossimo futuro.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 09 novembre 2015

Altro su Volkswagen

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate
Attualità

Volkswagen: altri 4,3 miliardi di dollari per il dieselgate

Dopo i 15 miliardi di giugno altri 4,3 miliardi per uscire dallo scandalo

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit
Anteprime

Volkswagen Tiguan Allspace: debutta al Salone di Detroit

Al NAIAS l'inedita versione a passo lungo e tre file di sedili che prepara il debutto negli Usa della Tiguan recentemente rinnovata in Europa.

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017
Concept

Volkswagen ID Buzz Concept al Salone di Detroit 2017

L’erede spirituale del mitico Bulli vanta una sofisticata meccanica elettrica e risulta dotato dell’ormai immancabile guida autonoma.