Toyota decide un maxi richiamo per 6,5 milioni di veicoli

6,5 milioni di Toyota (Yaris, Corolla, Camry, Rav4) prodotte fra il 2005 e il 2010 dovranno tornare in officina. Richiamo deciso in via precauzionale.

Toyota decide un maxi richiamo per 6,5 milioni di veicoli

di Francesco Giorgi

21 ottobre 2015

6,5 milioni di Toyota (Yaris, Corolla, Camry, Rav4) prodotte fra il 2005 e il 2010 dovranno tornare in officina. Richiamo deciso in via precauzionale.

Toyota nuovamente alle prese con i richiami: i vertici del colosso giapponese hanno comunicato che 6,5 milioni di veicoli dovranno tornare in officina. La causa, che interesserà altrettanti proprietari in tutto il mondo (in Europa la campagna di richiamo riguarda circa 1,2 milioni di unità; 2,7 milioni vendute in Usa e Canada; 600.000 in Giappone), va vista in un difetto agli alzavetro elettrici, che sono stati riscontrati a rischio di corto circuito, dunque potenzialmente pericolosi: potrebbero verificarsi degli incendi.

Più nel dettaglio, il problema agli alzacristalli interessa Toyota Yaris, Corolla, Camry e Rav4 prodotte fra il 2005 e il 2010. La Casa costruttrice non avrebbe in ogni caso ricevuto alcuna comunicazione di casi che potessero avere riguardato danni a persone o cose: il richiamo ordinato da Toyota è stato deciso in via precauzionale. Soltanto negli Stati Uniti si sarebbe verificato un caso di ustione a una mano di un cliente Toyota: l’incidente sarebbe avvenuto a causa di un componente del gruppo alzavetro elettrico non lubrificato in maniera adeguata.

L’assenza di incidenti non dovrebbe avere significative ripercussioni patrimoniali per Toyota, tuttavia la maxi – campagna di richiami che viene ordinata in queste ore rischierebbe di incidere sull’ottimismo conseguente all’annuncio, varato dai “piani alti” di Toyota, di completare lo sviluppo del sistema “autonomous car” (la vettura che si guida da sola) per il 2020.