Sarà la Magna a produrre le scocche in alluminio della Mercedes SLS AMG

Daimler ha individuato nella Magna il partner giusto per la realizzazione della sua esclusiva supercar che arriverà nella primavera del 2010

Sarà la Magna a produrre le scocche in alluminio della Mercedes SLS AMG

Tutto su: Mercedes-Benz SLS AMG

di Francesco Giorgi

09 ottobre 2009

Daimler ha individuato nella Magna il partner giusto per la realizzazione della sua esclusiva supercar che arriverà nella primavera del 2010

.

Non c’è solo il controllo del 55 per cento delle quote capitale della Opel nel taccuino delle priorità della Magna, il Gruppo austro – canadese arrivato alla notorietà mondiale per la scalata alla maggioranza del marchio di Russelsheim.

L’azienda, infatti, prosegue la propria attività di realizzazione di parti staccate, ed è di ieri, in questo senso, una ghiotta notizia: la decisione della Daimler di affidare alla Magna Steyr, con base a Graz, in Austria, la realizzazione delle scocche in alluminio della supercar Mercedes SLS AMG, la “gullwing” 6.3 V8 da 563 CV, presentata in anteprima ufficiale al Salone di Francoforte e che sarà prodotta dalla primavera 2010 e sarà assemblata a mano.

L’alluminio, più leggero di un terzo rispetto all’acciaio, ne offre la stessa rigidità. Per contro, è un materiale più difficile da trattare, a causa delle sue proprietà metalliche estremamente variabili. Per questo, l’alluminio richiede metodologie differenti di lavorazione, stampaggio, saldatura e verniciatura.

In questo caso, la Magna Steyr è “L’unico fornitore europeo in grado di realizzare a mano una carrozzeria interamente in alluminio, e questo sottolinea la nostra posizione di prestigio nel campo delle nuove tecnologie”, osserva Siegfried Wolf, Amministratore Delegato della Magna.

La quale, dal canto suo, può rischiare di trovarsi parzialmente a secco di ordinazioni, dal momento che, come conseguenza dell’approvazione del Consiglio d’Amministrazione della General Motors di cedere il 55 per cento del capitale della Opel al consorzio guidato dalla Magna, alcuni Costruttori “rivali” (Volkswagen e BMW in testa) hanno recentemente minacciato di ritirare le proprie commesse di parti staccate alla Magna, temendo che lo stesso Gruppo si possa trasformare in un diretto rivale per loro.

Tuttavia nei giorni scorsi, l’Amministratore Delegato della Daimler, Dieter Zetsche, ha dichiarato di non essere interessato a questa diatriba, e per un semplice motivo: “La Magna ha detto e stabilito più volte che organizzerebbe la propria attività in due Divisioni, del tutto separate l’una dall’altra. Quella che a noi interessa, è l’azienda della Magna che si occupa di forniture di parti staccate”.

Alla Daimler, perciò, non interessa se la Magna diventi un rivale per altre Case. E’ anche lecito pensare che a Stoccarda questo discorso non tocchi nessuno in particolare perché si tratta, in ogni caso, di due segmenti del mercato auto completamente differenti: berline piccole e medie da un lato – Opel – e vetture del segmento premium e, nel caso della Mercedes SLS AMG, supercar esclusive, realizzate e vendute col contagocce e alla portata di ben pochi appassionati.