Carburanti: la benzina scende sotto 1,5 euro al litro

Il continuo calo della quotazione del petrolio si ripercuote positivamente sul costo della benzina, facendone calare il prezzo ai livelli del 2011.

Carburanti: la benzina scende sotto 1,5 euro al litro

di Francesco Donnici

14 gennaio 2015

Il continuo calo della quotazione del petrolio si ripercuote positivamente sul costo della benzina, facendone calare il prezzo ai livelli del 2011.

La quotazione del petrolio continua la sua caduta libera, trascinando così il prezzo al dettaglio dei carburanti ad un livello toccato nei primi periodi del 2011. I prezzi medi della benzina riscontrati presso le stazioni di servizio sono scesi sotto quota 1,5 euro al litro, mentre il [glossario:gasolio] non raggiunge il prezzo di 1,4 euro/litro. Il prezzo del petrolio oggi è sceso sotto la soglia dei 45 dollari al barile, per poi stabilizzarsi al termine delle contrattazioni sulla soglia dei 45,89 dollari.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha diramato la media tra servito, self e pompe bianche che si traduce in un costo di 1,472 euro al litro per la benzina verde e 1,387 euro per il diesel.  Se teniamo conto del picco di 1,763 euro/litro del 14 luglio 2014, la verde è scesa di ben il 16,5%: questo si traduce in un risparmio di circa 15 euro, su un pieno di benzina effettuato su una vettura di media cilindrata.

Purtroppo, nonostante il prezzo del greggio abbia raggiunto la quotazione del 2009, il costo della benzina non è calata nel medesimo modo, a causa dell’aumento delle accise effettuato in questi anni, pari a 24 centesimi di euro.