Adotta una strada: al via il progetto di Fondazione ANIA e Carabinieri

Parte la terza edizione di "Adotta una strada", l'iniziativa voluta da Fondazione ANIA e dall'Arma dei Carabinieri a favore della sicurezza.

Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale e l'Arma dei Carabinieri lanciano la terza edizione del progetto "Adotta una strada", un'iniziativa voluta per sensibilizzare i cittadini sulla pericolosità di alcune delle strade extraurbane molto trafficate. 

Per i due mesi di durata del progetto i Carabinieri assicureranno un'attività di controllo su sei delle più pericolose strade italiane come la via Aurelia, la via Emilia, la statale Adriatica, la statale dello Stelvio, la via Casilina e la statale Jonica. 

Su queste strade i militari dell'Arma intensificheranno i pattugliamenti, con particolare attenzione nei pressi dei "black point", ovvero i punti segnalati anche dalla Fondazione ANIA e considerati molto pericolosi per la circolazione. 

Nell'ambito del progetto "Adotta una strada" i Carabinieri, con il supporto delle Stazioni dell'Arma e dei Nuclei Radiomobili, avvieranno un'azione educativa focalizzata sui rischi della guida in stato di ebbrezza e sul trasporto dei minori

La Fondazione ANIA farà la sua parte tramite la donazione di strumenti per la rilevazione del tasso alcolemico e gli automobilisti che durante i rilevamenti saranno ritenuti sobri riceveranno inoltre un etilometro monouso per poter misurare autonomamente la propria idoneità alla guida. 

Oltre alla dotazione ai Carabinieri di etilometri professionali, boccagli monouso ed etilometri precursori, la cosa più importante rimane sempre la necessità di rispettare le regole imposte dal Codice della Strada. A tale fine i militari distribuiranno alcuni volantini creati per far conoscere agli automobilisti le norme da seguire quando viaggiano con bambini o ragazzi a bordo.

Se vuoi aggiornamenti su ADOTTA UNA STRADA: AL VIA IL PROGETTO DI FONDAZIONE ANIA E CARABINIERI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 13 ottobre 2014

Vedi anche

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Ideato dal giornalista Gianluca Nicoletti, questo geniale dispositivo dovrebbe presto diffondersi sulle strade del 1° Municipio di Roma.

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

L'azienda di Cupertino potrebbe acquisire la McLaren per usufruire delle sue tecnologie e puntare alla guida autonoma.

Tesla Model S: gli hacker ne prendono il controllo

Tesla Model S: gli hacker ne prendono il controllo

Un attacco hacker ha consentito di prendere il controllo della Tesla Model S. Il bug software è stato corretto, ma i dubbi sulla sicurezza rimangono.