Schumacher: la riabilitazione continuerà a casa

Secondo le parole della portavoce dell’ex pilota Ferrari la riabilitazione sarà lunga e difficile, ma non mancano segnali incoraggianti.

Schumacher: la riabilitazione continuerà a casa

di Francesco Donnici

09 settembre 2014

Secondo le parole della portavoce dell’ex pilota Ferrari la riabilitazione sarà lunga e difficile, ma non mancano segnali incoraggianti.

Micheal Schumacher potrà continuare la riabilitazione nella sua casa. Ad affermare questa buona notizia è stata Sabine Kehm, portavoce del sette volte campione di Formula Uno, protagonista lo scorso dicembre  di un terribile incidente accaduto sulla pista sciistica di Meribel, in Francia.

Il campione tedesco era entrato in coma subito dopo l’incidente e dopo un lungo ricovero nella città di Gernoble, Schumacher era stato trasferito nella clinica universitaria di Losanna, in Svizzera.

La nota diffusa dalla Kehm parla di: “un trasferimento deciso dopo i miglioramenti fatti nelle ultime settimane e mesi, considerata la gravità delle sue ferite ed in base ai progressi, ma c’è ancora una strada lunga e difficile davanti a lui”. La portavoce  ha inoltre aggiunto che:  “Queste sono informazioni generali e tirare conclusioni che lo stato di salute è fortemente cambiato sarebbe falso”.