General Motors: risarcirà le vittime dei modelli difettosi

General Motors risarcirà le vittime degli incidenti legati ai difetti di alcuni modelli con somme milionarie.

General Motors pagherà almeno un milione di dollari per ognuna delle vittime causate dai difetti dei propri veicoli che erano stati taciuti dagli ex-dirigenti. Il gruppo automobilistico di Detroit si è detto pronto a riconoscere tale somma a titolo di risarcimento, compiendo un'azione che non ha precedenti nel mondo dell'auto. 

Ad essere rimborsate non saranno solamente le famiglie delle vittime, ma anche le persone rimaste ferite pesantemente negli incidenti e quelle che hanno riportato delle disabilità permanenti. 

Dagli USA sottolineano che il numero dei soggetti interessati dall'iniziativa sarà molto alto e secondo alcune stime dell'avvocato Kenneth Feinberg, che si sta occupando del caso, si potrebbe salire fino a 3.500 clienti da rimborsare, mentre i decessi dovuti agli incidenti sono al momento 13.  

General Motors rischia quindi di pagare grosso per aver cercato di insabbiare alcuni problemi di affidabilità di diversi modelli non facendo gli opportuni richiami. Le vetture coinvolte potevano spegnersi improvvisamente, andando a bloccare tutte le principali funzioni attive durante la marcia, con la conseguenza di lasciare esposti al pericolo guidatori e passeggeri. 

Per chiudere definitivamente questo doloroso capitolo, GM ha deciso che non ci sarà alcun tetto massimo ai risarcimenti e che ogni richiesta avanzata sarà presa in considerazione. Le domande potranno essere presentate già dal primo agosto, ma ci sarà tempo finno al 31 dicembre 2014. 

Nel frattempo il titolo dell'azienda è stato sospeso a Wall Street, mentre a Detroit hanno annunciato un nuovo richiamo di 7,6 milioni di vetture prodotte tra il 1997 e il 2014.

Se vuoi aggiornamenti su GENERAL MOTORS: RISARCIRÀ LE VITTIME DEI MODELLI DIFETTOSI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 01 luglio 2014

Vedi anche

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…