Toyota: maxi richiamo per 2,27 milioni di veicoli

Un problema relativo al sistema dell’aria condizionata potrebbe influire sul corretto funzionamento degli airbag dei modelli Corolla e Yaris.

Nuova Toyota Yaris 2012

Altre foto »

L'affidabilità delle vetture Toyota è stata nuovamente minata da un ennesimo richiamo relativo a ben 2,27 milioni di vetture appartenenti al Gruppo giapponese. Il problema riguarda un difetto connesso al sistema dell'aria condizionata, che potrebbe innescare gli Airbag dei modelli Corolla e Yaris.

Nello specifico, si è scoperto che la  condensa dei condizionatori d'aria potrebbe fuoriuscire e causare un corto circuito nell'elettronica degli airbag. A seconda dei casi, il malfunzionamento potrebbe disabilitare gli Airbag o attivarli involontariamente e, come se non bastasse, anche il Servosterzo potrebbe cessare il suo corretto funzionamento se certe linee di dati venissero danneggiate. A causa del medesimo problema, lo scorso ottobre erano state richiamate negli Stati uniti  803.000 vetture dei modelli Camry,  Avalon e Venza, immatricolati negli anni 2012 e 2013.

I possessori dei modelli Toyota Corolla e Yaris devono quindi prestare la massima attenzione al problema e nel caso di dubbi devono rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai concessionari della Casa giapponese.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 11 giugno 2014

Altro su Toyota

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione
Anteprime

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

La nuova generazione della world car Toyota Camry abbraccerà uno stile più dinamico e sportivo.

Toyota C-HR, elogio della personalità
Ultimi arrivi

Toyota C-HR, elogio della personalità

Estetica "da prototipo", doppia motorizzazione che strizza l’occhio all’ibrido e trazione integrale. La crossover-coupé giapponese sguinzaglia le proprie armi con doti dinamiche sorprendenti.

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?
Ecologiche

Toyota: nel 2020 una nuova gamma elettrica extended range?

Rumors dal Web indicano che il colosso giapponese svilupperà, in tempo per le Olimpiadi di Tokyo, una gamma zero emissioni ad autonomia elevata.