Toyota: nuovo richiamo per oltre 6 milioni di vetture

Toyota ha annunciato un nuovo richiamo che interesserà oltre 6 milioni di veicoli per vari problemi.

Toyota si prepara per un richiamo che riguarderà circa 6.390.000 veicoli distribuiti in tutto il mondo. La decisione si è resa necessaria dopo la constatazione di una serie di difetti che coinvolgono varie componenti delle vetture, anche se pare non sia stata finora messa a rischio la sicurezza di marcia. 

Il costruttore ha spiegato infatti di non essere al corrente di incidenti con feriti o morti causati dai difetti rilevati, per cui il richiamo appare come una misura cautelativa, ma al tempo stesso dovuta, per assicurare ai clienti il corretto funzionamento delle loro vetture. 

Degli oltre 6 milioni di veicoli interessati, sono 810.000 quelli immatricolati in Europa, mentre 2,34 milioni stati venduti in Nord America, 62.000 in Cina e 1,8 milioni in Giappone. Per il costruttore si tratta  del secondo più grande richiamo della sua storia dopo quello dell'ottobre 2012, quando ad essere costrette a tornare nelle officine furono 7,43 milioni di vetture

Toyota ha riscontrato diversi difetti alle guide dei sedili, al piantone dello sterzo, al cavo a spirale, al sistema di avviamento del motore e al motorino elettrico del tergicristallo. I modelli interessati sono ben 27 e tra questi ci sono vetture popolari e molto diffuse anche sui nostri mercati come la Yaris, la Corolla e la Rav4

Il problema delle guide dei sedili comporta una certa instabilità della seduta capace di causare in certi casi  uno scivolamento della posizione. Il difetto riguarda 2,32 milioni di automobili di 8 modelli differenti costruiti tra gennaio 2005 e dicembre 2010. 

In alcune Toyota (760.000 in tutto) uscite dagli stabilimenti tra settembre 2005 e febbraio 2009, la rotazione dello sterzo ripetuta e con una certa intensità potrebbe portare ad una instabilità della staffa del piantone, per cui le officine sono state incaricare di verificare questo componente e provvedere, se necessario, alle eventuali modifiche. 

Il cavo a spirale difettoso coinvolge invece 3,5 milioni di esemplari di 16 modelli diversi prodotti da aprile 2004 a dicembre 2010. In questo caso potrebbe accadere che quando il volante è girato il cavo si danneggi, facendo accendere la spia dell'airbag arrivando a portare alla disattivazione di quest'ultimo. 

Sono 20.000 gli esemplari (appartenenti a 6 modelli) assemblati tra marzo 2012 e agosto 2013 per i quali sarà necessario sostituire il relè del motorino di avviamento, così da evitare che delle particelle metalliche possano depositarsi sui contatti interni e impedire l'avvio del propulsore. 

Il richiamo riguarda infine 160.000 Toyota costruite tra agosto 2005 e febbraio 2008 per le quali un difetto del foro di scarico dell'acqua rende necessaria la sostituzione del motorino dei tergicristalli anteriori.

Se vuoi aggiornamenti su TOYOTA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 09 aprile 2014

Altro su Toyota

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI
Cronaca

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Toyota Prius C 2017: baby ibrida pronta al debutto
Anteprime

Toyota Prius C 2017: baby ibrida pronta al debutto

Nuove funzionalità di assistenza alla guida e, sotto il cofano, conferma il 1.5 a ciclo Atkinson abbinato a un'unità elettrica per 99 CV complessivi.

Toyota Yaris WRC 2017: una versione sportiva da 210 CV
Anteprime

Toyota Yaris WRC 2017: una versione sportiva da 210 CV

Ispirata alle competizioni rally, la Toyota Yaris WRC vanta un’aerodinamica specifica e un motore da 210 CV.