Carburanti, tornano le commissioni per i pagamenti con carte

Senza il minimo preavviso, tornano le commissioni relative ai pagamenti dei rifornimenti di carburante effettuati con carte di credito o bancomat.

Carburanti, tornano le commissioni per i pagamenti con carte

di Francesco Donnici

02 aprile 2014

Senza il minimo preavviso, tornano le commissioni relative ai pagamenti dei rifornimenti di carburante effettuati con carte di credito o bancomat.

A sorpresa, arriva un’altra brutta notizia per gli automobilisti: a partire dal 1° aprile – senza nessun particolare avviso verso i consumatori – sono tornate le commissioni per i pagamenti relativi ai rifornimenti di carburante, effettuati con carte di credito  o bancomat.

Petro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum (Associazioni Consumatori), denunciando questa politica scorretta  ha dichiarato: “Ancora una volta si è presa una decisione riguardante le tasche dei consumatori senza coinvolgere le Associazioni Consumatori”. Giordano ha inoltre sottolineato la posizione dell’associazione che rappresenta, aggiungendo che: “Da sempre siamo favorevoli alla diffusione dei pagamenti elettronici come utile strumento per combattere l’evasione fiscale e per ridurre i costi legati all’uso del contante, ma riteniamo che la definizione delle regole da applicare alle commissioni per i pagamenti effettuati con le carte di pagamento, proprio perché interessano sia gli esercenti che i consumatori, debba essere oggetto di un tavolo a cui siedono tutti gli ‘stakeholders’ coinvolti, compresi quindi anche i Consumatori”.

Nonostante le commissioni siano già state introdotte, ad oggi non è ancora dato sapere a quanto ammonta la commissione, se risulta ripristinata quella di 0,77 centesimi di euro oppure no. Da parte nostra monitoreremo con attenzione questa situazione e terremo aggiornati i nostri lettori in merito ad eventuali evoluzioni della vicenda.