Multe sparite: arrestati agenti della Polstrada di Como

Multe fatte sparire e abuso d'ufficio: con queste accuse sono finiti in manette i vertici della Polstrada di Como e alcuni colleghi.

Sono falso, abuso d'ufficio e peculato i capi d'accusa che hanno portato all'arresto di Patrizio Compostella e Gianpiero Pisani, rispettivamente comandante e vicecomandante della Polizia di Stradale di Como

Gli arresti, effettuati dagli agenti della Polstrada e dagli uomini della Guardia di Finanza, hanno riguardato anche 3 poliziotti sempre in servizio a Como e sono il frutto di un'inchiesta avviata un anno fa per fare luce su un giro di multe eliminate illegalmente

Le persone indagate sono in tutto 26 e tra queste ci sono anche un funzionario della Questura di Como e il capo ufficio verbali della Polizia locale della città lombarda. 

Secondo le accuse, gli agenti avrebbero falsificato la banca dati e omesso di notificare centinaia di multe elevate con il Tutor lungo l'autostrada Milano-Bergamo.  

Gli stessi poliziotti avrebbero anche abusato dei propri poteri procedendo all'illecita eliminazione di alcune contravvenzioni ai loro danni per divieto di sosta e per eccesso di velocità, oltre ad aver utilizzato le automobili di servizio per fini privati.

Se vuoi aggiornamenti su MULTE SPARITE: ARRESTATI AGENTI DELLA POLSTRADA DI COMO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 25 marzo 2014

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.