Finti autovelox? Dispositivi non a norma

Parere negativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Per una volta gli automobilisti possono esultare: i finti autovelox che stanno prendendo piede in diversi comuni sono stati ritenuti addirittura pericolosi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e pertanto avranno vita breve. La questione è stata spiegata in maniera esaustiva sul sito del Ministro Maurizio Lupi in una nota in cui si apprende che il Ministero ha inviato una lettera in merito all'argomento al presidente dell'Anci, Fassino.

In pratica, per il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti "Non sono inquadrabili in alcuna delle categorie di dispositivo o di segnaletica previste dal vigente Codice della Strada" e pertanto "Non sono suscettibili né di omologazione né di approvazione o autorizzazione".

Ma non è tutto, trovandosi ai margini della carreggiata, questi finti autovelox costituiscono anche un pericolo, in quanto sono assimilabili ad un ostacolo fisso. E non è raro che gli automobilisti rallentino in maniera repentina non appena si trovano al cospetto di questi dispositivi che, di notte, sembrano dei veri e propri rilevatori di velocità.

Forse molti comuni si sono affrettati ad installarli pensando di trasformarli in degli autovelox veri e propri per fare cassa, come sempre, ai danni degli automobilisti, o forse sono stati presi da un senso di colpa divorante, e per garantire la massima sicurezza ne hanno posizionati molti sul loro territorio. Fatto sta che in alcune città i dispositivi farlocchi sono apparsi in quantità industriale.

Per fortuna che adesso che tutto è stato delegittimato, lo spauracchio di una multa anche nei tratti urbani, ad opera di autovelox a dir poco discutibili non mette più in apprensione. Certo, che non ci voleva molto a capire cosa stava per succedere nei comuni, ma come si dice in questi casi: meglio tardi che mai.

Ad ogni modo, la speranza è quella di vedere sparire una volta per sempre questi strumenti inutili e che non si trovi l'ennesima scappatoia per infierire ancora una volta sui cittadini. 

Se vuoi aggiornamenti su FINTI AUTOVELOX? DISPOSITIVI NON A NORMA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 20 marzo 2014

Vedi anche

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…