ACI-CENSIS: la velocità fa più paura dell'alcol

Un rapporto dell'ACI in collaborazione con il CENSIS indica che la maggior parte degli automobilisti italiani ha paura di chi guida troppo veloce

Gli automobilisti italiani hanno paura dei "colleghi" che guidano veloce. Li temono più di quelli che si mettono al volante anche se sono ubriachi. E' il risultato, in anteprima, di un sondaggio promosso dall'ACI e realizzato in collaborazione con il CENSIS, che sarà reso noto il mese prossimo.

Secondo i rilevamenti contenuti nel rapporto "Gli italiani e l'auto", la principale fonte di preoccupazione per la maggioranza degli automobilisti del nostro Paese riguarda l'eccesso di velocità: il 59,4 per cento dei guidatori italiani, infatti, teme di più chi guida troppo veloce, trasformando le strade di tutti i giorni in autodromi improvvisati e costituendo un serio rischio per chi si mette in viaggio.

Al secondo posto delle "paure del volante" quelli che guidano in stato di ubriachezza (temuti nel 59,2 per cento dei casi), più della distrazione al volante (16 per cento dei casi).

Queste prime rilevazioni, che saranno rese note in maniera più approfondita il mese prossimo, destano fra gli automobilisti italiani più preoccupazione rispetto alla scarsa manutenzione delle strade (7,8 per cento delle risposte), della segnaletica stradale inadeguata (2,9 per cento) e dell'inefficienza dei veicoli obsoleti (2,2 per cento).

L'aspetto che, in questo sondaggio, appare curioso, è il chiaro "J'accuse" lanciato dalla maggioranza degli automobilisti del nostro Paese nei confronti dei rispettivi colleghi del volante. Come dire: assomiglia a un paradosso.

Secondo il Presidente dell'ACI, Enrico Gelpi, "Questo dimostra la necessità di una continua formazione dei giovani, in maniera da rafforzare i passaggi che portano il giovane a conseguire il patentino, prima, e la patente poi. Alcune norme sulla sicurezza stradale varate dalla Commissione Trasporti della Camera e, al momento, all'esame di Palazzo Madama, possono soddisfare la necessità di un approccio formativo più deciso e mirato.

In questo senso, alcune soluzioni prospettate dall'ACI al Parlamento (apprendistato più lungo alla guida, la prova pratica per condurre il ciclomotore) si integrano con le attività di formazione alla guida sicura dell'ACI".

Se vuoi aggiornamenti su ACI-CENSIS: LA VELOCITÀ FA PIÙ PAURA DELL'ALCOL inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 24 agosto 2009

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.