Schumacher: primi segnali positivi

Il campione tedesco continua il decorso ospedaliero in condizioni stabili.

Michael Schumacher è stato vittima di una caduta sugli sci nella giornata di domenica a Meribel e le sue condizioni sono gravi: è stato operato ben 2 volte per ridurre un'ematoma alla testa e abbassare la pressione all'interno del cranio.

I bollettini medici parlano chiaro: lesioni cerebrali diffuse e adesso il 7 volte campione del mondo combatte la sua battaglia più importante mentre versa in un coma farmacologico presso l'ospedale di Grenoble.

Dopo la prima uscita ufficiale dei professori in camice bianco, in cui abbiamo tutti temuto il peggio, adesso Schumi inizia a dare segnali positivi, ma da qui a dire che sia fuori pericolo c'è un abisso, non è possibile capire se riuscirà a riprendersi totalmente, né quando potrebbe essere risvegliato.

Intanto, tutti sono vicini a lui compagni di tanti gran premi come Jean Todt e Ross Brown, e persino un tifoso speciale arrivato in Francia dall'Emilia per consegnare alla portavoce di Michael il suo diario di tutte le imprese del tedesco.

Insomma, il calore umano si fa sentire perché nonostante la sua indole schiva e riservata, il 7 volte campione del mondo di F1 ha regalato gioie immense ai tifosi e adesso viene ripagato con quell'affetto riservato ai grandi.

Anche noi di Motori.it siamo vicini alla famiglia dell'ex pilota della Ferrari dei record e tralasciamo i giudizi moralisti sulla situazione relativa all'incidente, perché anche se era fuoripista, rimane il fatto che ha pagato a caro prezzo la presenza di una roccia non segnalata dopo aver soccorso un amico e adesso è stata aperta un'inchiesta sull'accaduto.

La cosa che vogliamo sottolineare comunque, è che Michael non ha rischiato la vita in un fuoripista spericolato da malati di adrenalina, è caduto in un punto di raccordo tra due piste, una zona in cui non sarebbe possibile sciare, ma che molti utilizzano come scorciatoia per passare da una pista blu ad una rossa, pochi metri di neve fresca tra due piste non certo impossibili, ma lui è il campione della F1 e per questo deve essere additato come un folle, come amante del brivido a tutti i costi. 

Ora dopo ora la situazione sembra stabilizzata e questa è già una buona notizia per una persona che versa nella condizione del pilota di Kerpen, forse il suo fisico eccezionale riuscirà a supportarlo anche nella sua sfida più importante, e forse lo vedremo tornare a sorridere mentre rassicura i tifosi.

Nel frattempo aspettiamo ulteriori notizie, incrociamo le dita e ripensiamo a quegli anni in cui ha stupito il mondo prima con la Jordan dell'esordio, poi con la Benetton e infine con la Ferrari dove ha colto il titolo iridato per ben 5 volte. Ma non dimentichiamo la sua impresa in qualifica il 26 maggio 2012 a Montecarlo, con la Mercedes, dove ha fatto segnare il miglior tempo nelle qualifiche ufficiali a 43 anni suonati per poi essere retrocesso in griglia di 5 posizioni per una sanzione rimediata nel gp precedente.

Se vuoi aggiornamenti su SCHUMACHER: PRIMI SEGNALI POSITIVI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 02 gennaio 2014

Vedi anche

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…

Auto e moto: cos

Auto e moto: cos'è il "foglio unico" di circolazione?

Addio carta di circolazione e certificato di proprietà: i dati potrebbero essere accorpati in un unico documento.