Sarafree: la polizza che fa risparmiare chi usa poco l’auto

Articolo sponsorizzato

La nuova polizza a consumo Sarafree permette di razionalizzare i costi dell’assicurazione a seconda dell’uso della propria auto.

La crisi economica che attanaglia il nostro Paese ha portato negli ultimi tempi ad un costante calo dell'uso dell'automobile da parte degli italiani, al fine di contenere le spese ad essa correlate, come ad esempio il costo del carburante e quello della manutenzione ordinaria e straordinaria. Inoltre, a causa degli eccessivi oneri legati all'automobile, sempre più persone lasciano i propri veicoli senza coperture assicurative, rischiando ovviamente sanzioni molto salate a causa di questa grave mancanza.  

Una possibile soluzione a questo problema arriva da Sara Assicurazioni che ha lanciato una nuova polizza assicurativa chiamata Sarafree che permette di trasformare i costi fissi dell'assicurazione in costi variabili. La polizza SaraFree, infatti, consente di razionalizzare la spesa assicurativa in base all'effettivo utilizzo del veicolo: grazie ad un tecnologico dispositivo satellitare installato sull'auto è possibile misurare con esattezza i chilometri effettuati con la propria vettura, in modo da calcolare il costo della polizza in base al proprio "consumo". Il dispositivo GPS viene fornito ed installato gratuitamente da Sara, senza canone o costi aggiuntivi e permette, in alcuni casi, di dimezzare letteralmente il costo di una normale polizza RCA.

Al momento della stipula del contratto, il richiedente paga solo un anticipo del 57% della polizza Sara standard. I primi 2.000 km percorsi sono gratuiti, mentre se si acquista entro il 31 dicembre 2013 i nuovi clienti potranno usufruire di altri 1000 km gratuiti; in seguito si pagheranno ogni 3 mesi solo gli ulteriori km percorsi. In questo modo, la propria automobile potrà essere utilizzata solo per gli spostamenti necessari, in modo da ottenere un risparmio di denaro consistente, senza dimenticare il relativo abbassamento delle emissioni inquinanti legate al traffico.

Secondo i dati diffusi dall'ACI (Automobile Club d'Italia) le spese affrontate da una famiglia media per la propria auto sono aumentate nel 2012 del 7% rispetto all'anno precedente: 1680 euro sono state spese per il carburante, 715 euro per l'assicurazione, 270 euro per la manutenzione, 220 euro per parcheggi e garage, 190 euro per i pedaggi e ben 120 euro per le multe. Queste spese hanno portato ad una riduzione dell'utilizzo dell'automobile di ben il 20% a favore dell'uso dei mezzi pubblici e di mezzi alternativi come ad esempio la bicicletta.

Se vuoi aggiornamenti su SARAFREE: LA POLIZZA CHE FA RISPARMIARE CHI USA POCO L’AUTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 03 giugno 2013

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.