Volkswagen aumenta i salari del 5,6% in Germania

L’aumento avverrà in due tranche: la prima a settembre, la seconda a luglio 2014.

Volkswagen aumenta i salari del 5,6% in Germania

Tutto su: Volkswagen

di Valerio Verdone

28 maggio 2013

L’aumento avverrà in due tranche: la prima a settembre, la seconda a luglio 2014.

Nonostante la crisi che attanaglia il mercato europeo, le difficoltà palesi dei Costruttori e un settore, quello dell’automotive, in cerca di nuovi sbocchi commerciali, in Germania c’è una Casa che ottiene risultati al punto di aumentare del 5,6% lo stipendio dei suoi dipendenti. Si tratta della Volkswagen, con la quale i sindacati hanno ottenuto dei reali benefici per i lavoratori e non promesse come avviene in altre realtà.

Il colosso di Wolfsburg infatti, secondo quanto annunciato dal sindacato IG Metal ad Hannover, consentirà ai 100.000 lavoratori degli impianti tedeschi di percepire un aumento in busta paga del 3,4% a partire dal mese di settembre. Inoltre, dal luglio del 2014, scatterà un ulteriore aumento del 2,2% per un totale del 5,6%.

Si tratta di un risultato importante, soprattutto per la sicurezza delle famiglie dei dipendenti tedeschi, e per l’economia della Germania che si basa su una reale crescita capace di favorire anche il conseguente incremento dei consumi. La speranza è che queste politiche vengano adottate anche in altri paesi europei tra cui l’Italia.

Per il momento però, a causa delle continue pause produttive e della conseguente cassaintegrazione, il modello tedesco sembra destinato a rimanere una chimera per il Gruppo Fiat e per gli operai che lavorano nei propri impianti. Si spera che con nuovi interventi politici la situazione possa migliorare e che anche in Italia si possano avvertire i primi timidi segnali di ripresa.