Prezzo benzina torna a 1,9 euro al litro

Dopo gli aumenti della scorsa settimana, le compagnie hanno di nuovo ritoccato i prezzi e i margini danno spazio a ulteriori rincari.

Si preannuncia un weekend all'insegna del caro-benzina su tutta la rete nazionale, in particolare presso i distributori del Centro Italia, nei quali è stato registrato il picco di 1,9 euro/litro. Sono i risultati del monitoraggio a cura di Quotidiano Energia e le previsioni basate soprattutto sulla costatazione che i margini sulla verde, al contrario di quelli sul diesel, sono ancora in sofferenza e potrebbero trovare spazio ulteriori rincari.

>> Leggi delle indagini della Procura sul caro-carburanti

Dopo gli aumenti della scorsa settimana, le compagnie hanno di nuovo ritoccato i prezzi della verde: Tamoil e Shell con + 1 cent di euro al litro, IP con + 0,5 e Q8 + 0,4. Q8 e Shell hanno aumentato anche il diesel, rispettivamente di 0,4 e di 0,5 cent euro/litro, mentre IP lo ha leggermente ribassato, -0,4 centesimi.

Nel dettaglio, il prezzo medio praticato in modalità "servito" va oggi per la benzina dall'1,830 euro/litro di Eni all'1,851 di Tamoil, con le no-logo fino a 1,755; per il diesel si passa dall'1,755 euro/litro di Eni all'1,769 di Shell e Tamoil, con le no-logo a 1,639, e per gpl tra 0,847 euro/litro di Eni e 0,861 di IP, mentre per le no-logo si attesta a 0,811.

Se vuoi aggiornamenti su PREZZO BENZINA TORNA A 1,9 EURO AL LITRO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 01 febbraio 2013

Vedi anche

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…

Auto e moto: cos

Auto e moto: cos'è il "foglio unico" di circolazione?

Addio carta di circolazione e certificato di proprietà: i dati potrebbero essere accorpati in un unico documento.