Guida sicura: corsi gratuiti per gli stranieri

L’ACI rinnova l’appuntamento con i corsi di guida sicura gratuiti riservati agli stranieri residenti in Italia. L’obiettivo è aumentare la sicurezza.

Guida sicura: corsi gratuiti per gli stranieri

di Giuseppe Cutrone

25 gennaio 2013

L’ACI rinnova l’appuntamento con i corsi di guida sicura gratuiti riservati agli stranieri residenti in Italia. L’obiettivo è aumentare la sicurezza.

L’aumento del numero di stranieri residenti in Italia può avere dei riflessi anche sulla sicurezza stradale. Questo concetto è stato più volte ribadito da esperti e da molti addetti ai lavori, secondo i quali è bene avviare politiche che vadano nella direzione di offrire la giusta formazione e le necessarie conoscenze del Codice della Strada a chi si accinge a mettersi al volante sulle nostre strade provenendo da paesi con norme sulla circolazione talvolta assai differenti.

Secondo i dati più recenti, sono quasi cinque milioni gli stranieri che risiedono in Italia e, di questi, ben oltre due milioni e mezzo è in possesso di patente (conseguita in Italia per un milione e quattrocentomila, mentre i restanti sono guidatori formatisi all’estero).

>> Scopri le ultime novità del Codice della Strada

Ciò significa che quotidianamente circolano sulle strade italiane moltissimi veicoli guidati da stranieri che potrebbero avere una precaria conoscenza del Codice della Strada, della nostra segnaletica e, più in generale, delle leggi in vigore sul territorio, dando vita ad una situazione potenzialmente in grado, secondo alcuni osservatori, di mettere in pericolo la sicurezza stradale.

Non è un caso, quindi, se l’ACI ha messo a punto e avviato già l’anno scorso un programma triennale che prevede mille corsi di guida sicura gratuiti ogni anno riservati agli stranieri residenti in Italia, in modo da fornire loro tutti gli strumenti per mettersi alla guida senza costituire un pericolo per la circolazione.

I corsi sono erogati presso il centro ACI-Sara di Vallelunga. Per quest’anno sono previste diciotto giornate di lezione, tutte organizzate nei fine settimana, con la partecipazione di sessanta allievi ciascuna.

Gli iscritti avranno a disposizione degli autobus per recarsi all’autodromo nei pressi Roma e, una volta superato il corso, saranno nominati “Ambasciatori di sicurezza stradale” presso le proprie comunità, ricevendo il compito di adoperarsi per la promozione del rispetto delle regole alla guida e del buon senso che eviti comportamenti pericolosi per sé e per gli altri.

Allo stesso tempo, l’Automobile Club d’Italia ha istituito un call center multilingua che offre consulenze legali e tecniche anche a chi non parla l’italiano, rispondendo in tal modo ad ogni dubbio ed esigenza relativamente ai problemi della mobilità.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...