Benzina: il prezzo nel weekend torna a salire

Esso, Shell, Tamoil e TotalErg riversano sui listini i rialzi di inizio anno dei prezzi di mercato. La verde a più di 1,8 euro al litro.

Durante il fine settimana dell'Epifania appena trascorso il prezzo della benzina è tornato a salire.

Secondo le rilevazioni di Staffetta Quotidiana, infatti, sono state quattro le compagnie che hanno dato il via ai ritocchi tra le giornate di sabato e di lunedì, riversando sui listini «i due forti rialzi di inizio anno dei prezzi internazionali dei prodotti raffinati»: Esso, Shell, Tamoil e TotalErg. Il prezzo del gasolio, al contrario, è in leggera diminuzione.

L'unico distributore a rimanere al di sotto l'1,8 euro al litro per la benzina e sotto l'1,75 per quanto riguarda il diesel è Eni, che ha variato l'ultima volta il prezzo un mese fa, il 7 dicembre 2012.

Il costo medio nella rete nazionale, alla fine delle festività natalizie, è di 1,806 euro/litro per la verde (+0,6 centesimi), con il massimo a 1,828 per Shell, e di 1,755 per il gasolio (-0,2 centesimi).

Se vuoi aggiornamenti su BENZINA: IL PREZZO NEL WEEKEND TORNA A SALIRE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 07 gennaio 2013

Vedi anche

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Ford annuncia un investimento da 1,2 miliardi di dollari per gli Usa

Il programma rafforzerà gli impianti di produzione Suv e pick-up nel Michigan, dei relativi motori e lo sviluppo di nuove tecnologie per la mobilità.

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.