RC auto in aumento per 1,4 milioni di italiani

Al via l'abolizione del tacito rinnovo: per un sondaggio la regione a denunciare più sinistri è la Toscana, la categoria quella dei pensionati.

Il 2013 è un anno di cambiamenti nelle abitudini degli automobilisti italiani, soprattutto in seguito all'abolizione del tacito rinnovo delle polizze. Il sito web Facile.it, leader nella comparazione di assicurazioni Rc auto, ha analizzato più di 500.000 richieste di preventivo effettuate nell'ultimo mese, rilevando che sono quasi 1.400.000 gli italiani che, avendo causato un sinistro con colpa nell'ultimo anno, dovranno pagare un premio più alto.

La cifra sembra elevata ma è comunque inferiore al dato dello scorso anno e, come spiega Mauro Giacobbe, responsabile business unit assicurazioni di Facile.it, «il numero va interpretato alla luce della situazione economica che stiamo vivendo; studi di settore parlano di una riduzione dei chilometri percorsi di circa il 7%-8% rispetto al 2011. Questo fa diminuire anche la possibilità di causare incidenti, ma dato che i costi complessivi sono in aumento diventa fondamentale risparmiare dove si può; in primis sull'assicurazione».

Tra i dati rilevati dallo studio anche l'aumento delle denunce di sinistri nei casi in cui le assicurazioni abbiano costi meno elevati e il cambio di classe spaventi meno: si dichiara di più l'incidente causato in Toscana (5,14% degli automobilisti), nel Lazio (4,76%) e nelle isole, la Sicilia è terza con il 4,69%, la Sardegna quarta con il 4,63%. Stesso meccanismo dietro al rilevamento della categoria che denuncia più sinistri in proporzione, i pensionati. «Avendo la patente da molti anni», spiega ancora Giacobbe, «sono solitamente inquadrati nelle classi di merito migliori e per loro una retrocessione è meno onerosa. Inoltre, stando ai dati, ricorrono all'intervento dell'assicurazione anche per danni di piccolo valore che altre categorie tendono a rimborsare di tasca propria.»

Se vuoi aggiornamenti su RC AUTO IN AUMENTO PER 1,4 MILIONI DI ITALIANI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 03 gennaio 2013

Vedi anche

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Emissioni: la stampa francese accusa Renault

Un dossier che conterrebbe valori di NOx alterati pubblicato da Libération. Renault puntualizza: "Mai violato alcuna normativa".

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

PSA-Opel: le posizioni dei governi francese e tedesco

La trattativa per la cessione di Opel a PSA ha attirato l'attenzione della politica e dei governi coinvolti.

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Ecco le città più trafficate al mondo nel 2016

Dall’Europa all’Asia, all’America: il TomTom Traffic Index passa al setaccio il grado di congestionamento urbano. E si scopre che Palermo…