Il trasporto intelligente quadruplicherà entro il 2018

Secondo una ricerca di mercato americana, il giro d'affare del trasporto intelligente crescerà nettamente entro i prossimi sei anni.

Secondo le stime elaborate da una ricerca di mercato svolta negli USA, il giro d'affari del cosiddetto "trasporto intelligente" conoscerà una forte impennata entro i prossimi anni, al punto da quadruplicare le proprie cifre entro il 2018.

Al centro dello studio, condotto da MarketsandMarkets, ci sono quei sistemi innovativi che si occupano di gestione del traffico, di fornire informazioni sui parcheggi e sui punti di interesse agli automobilisti, di gestire il servizio biglietteria per i trasporti locali e di altri aspetti non meno importanti che hanno a che fare con i mezzi stradali.

Il giro d'affari complessivo del settore si è aggirato quest'anno sui 26,7 miliardi di dollari, ma arriverà a ben 102,31 miliardi di dollari entro il 2018, con una crescita vertiginosa entro i prossimi sei anni.

A guadagnare da questo vero e proprio boom del trasporto intelligente sarà anche, secondo molti addetti ai lavori, l'aspetto della sicurezza, con un prevedibile miglioramento dell'efficienza delle strade nell'ottica di diminuzione degli incidenti.

Se vuoi aggiornamenti su IL TRASPORTO INTELLIGENTE QUADRUPLICHERÀ ENTRO IL 2018 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 19 dicembre 2012

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.