Carta di circolazione: dal 7 dicembre nuove norme

Lasciare in uso per oltre 30 giorni un veicolo a un soggetto diverso dal proprietario comporterà delle modifiche alla Carta di circolazione.

Carta di circolazione: dal 7 dicembre nuove norme

di Giuseppe Cutrone

26 novembre 2012

Lasciare in uso per oltre 30 giorni un veicolo a un soggetto diverso dal proprietario comporterà delle modifiche alla Carta di circolazione.

Scatterà del prossimo 7 dicembre una delle nuove disposizioni riguardanti il mondo dell’auto e destinate probabilmente a far discutere. Si tratta della norma contenuta nel Dpr 28 settembre 2012 n.198 che stabilisce l’obbligo, per tutti i proprietari di un veicolo, di aggiornare la Carta di circolazione ogni qual volta si preveda di lasciar utilizzare il mezzo a un soggetto diverso dall’intestatario per un periodo superiore ai trenta giorni.

>> E tu che cosa ne pensi di questa nuova norma? Commentala ora sul Forum

L’obbligo, che riguarderà sia le persone fisiche che gli enti, esclude solamente i casi in cui l’uso del veicolo sia concesso ai familiari del proprietario, a patto però che questi risultino conviventi.

Nei casi in cui si verificano le condizioni descritte dalla norma, gli automobilisti e le aziende saranno obbligati a rivolgersi a un ufficio del Dipartimento per i trasporti chiedendo l’annotazione sul libretto di circolazione dell’avvenuta cessione d’uso a soggetti terzi, anche nell’eventualità in cui il passaggio provvisorio del veicolo sia avvenuto a titolo di comodato o in conseguenza di affidamento di custodia giudiziale.

Il provvedimento coinvolge anche tutti i veicoli intestati a soggetti incapaci, con l’unica differenza che in questo caso l’annotazione dovrà essere eseguita verso un tutore o un genitore, rispettivamente nel caso in cui il proprietario del mezzo sia interdetto o un minore.

Ulteriore novità introdotta dalla norma sarà l’abolizione della targa ripetitrice per i rimorchi, i quali dovranno sottostare alla targatura ordinaria esattamente come ogni altro veicolo.