Ferrari festeggia i 20 anni di presenza in Cina

Ferrari ha festeggiato con un evento speciale per le strade di Guangzhou i 20 anni di presenza in Cina. Presente anche il presidente Montezemolo.

Ferrari festeggia i 20 anni di presenza in Cina

Tutto su: Ferrari

di Giuseppe Cutrone

23 novembre 2012

Ferrari ha festeggiato con un evento speciale per le strade di Guangzhou i 20 anni di presenza in Cina. Presente anche il presidente Montezemolo.

La Ferrari festeggia i suoi 20 anni di presenza in Cina e, per l’occasione, anche il presidente Montezemolo è sbarcato in Estremo Oriente, presenziando all’evento organizzato per ricordare questa ricorrenza.

Il rosso Ferrari ha colorato infatti le strade di Guangzhou per una parata che ha visto protagoniste oltre 130 vetture della casa di Maranello, compresa l’edizione speciale della Ferrari 458 Italia realizzata per celebrare la ricorrenza.

Le auto, come si può notare nel video ufficiale diffuso dalla Ferrari, hanno sfilato per le vie della città in mezzo a quasi 250.000 persone, suddivise tra appassionati del marchio e semplici curiosi. Il momento culminante dell’evento si è svolto allo stadio Haixinsha, impianto che ha accolto 18.000 persone e famoso per essere stato la sede dei giochi Asiatici del 2010. Qui il pubblico ha potuto assistere a un’esibizione della Ferrari 458 GT2 guidata da Gianmaria Bruni, la stessa vettura che ha vinto il campionato mondiale endurance (WEC) nella sua categoria.

Per l’occasione anche la torre di Canton è stata dipinta di rosso, mentre Luca Cordero di Montezemolo ha usato parole entusiastiche parlando con i cronisti presenti, descrivendo l’evento come “Una bella giornata di festa con tanti appassionati, molti giovani, e la città piena di bandiere Ferrari. La migliore dimostrazione di quello che il Cavallino Rampante rappresenta in Cina, non solo per l’aspetto commerciale ma soprattutto per la passione e l’entusiasmo che i cinesi hanno nei confronti del nostro marchio”.

Il presidente della Ferrari non ha nascosto l’ambizione di far diventare stabilmente la Cina il secondo mercato mondiale del gruppo dopo quello USA, puntando sull’ampliamento della rete di vendita che, al momento, comprende 25 concessionari, ma si prevede di arrivare presto a 30 rivenditori entro i prossimi mesi.