Saab: un nuovo logo dal passato

Saab ritornerà sul mercato con un nuovo logo per l’impossibilità di usare il Grifone rosso a causa del veto posto da Scania.

Saab: un nuovo logo dal passato

Tutto su: Saab

di Giuseppe Cutrone

09 ottobre 2012

Saab ritornerà sul mercato con un nuovo logo per l’impossibilità di usare il Grifone rosso a causa del veto posto da Scania.

La rinata Saab dovrà fare a meno del suo logo, il “Griffin”, cioè il simbolo che vede un Grifone rosso con tanto di corona in testa e che ha caratterizzato la sua produzione automobilistica negli ultimi decenni.

La novità arriva dopo l’acquisizione del costruttore da parte di National Electric Vehicle Sweden, il consorzio creato appositamente per acquistare la Casa di Trollhattan che vede tra i finanziatori dei gruppi cinesi. L’abbandono del Grifone è stato reso necessario dal veto di Scania, la divisione che si occupa della costruzione di mezzi pesanti e che, esattamente come Saab, utilizza il logo con il volatile rosso.

I vertici di Scania hanno vietato a Saab l’utilizzo del simbolo, spiegando la decisione con la paura che, una volta finita in mani cinesi la casa automobilistica, il logo possa finire per essere oggetto delle classiche copie non autorizzate che arrivano dalla Cina, finendo per creare dei non meglio precisati problemi d’immagine.

NEV potrà quindi continuare ad usare il marchio Saab, ma dovrà fare a meno del logo: un’idea che era passata per la mente dell’ex CEO Victor Muller, il quale ha rivelato che, ai tempi in cui Saab era stata inglobata in Spyker, aveva avuto l’intenzione di abbandonare il Grifone, preferendo un ritorno agli albori del marchio e rispolverando il logo con l’elica, un simbolo di Saab ai tempi in cui costruiva motori per aeroplani.

Non è quindi escluso che questo ritorno all’antico possa essere la soluzione scelta dai nuovi proprietari cinesi, che hanno preferito ribadire come la cosa più importante non sia il logo, quanto la possibilità di utilizzare il nome Saab.