Carburanti: prezzo stabile sulla rete, via l’accisa in Toscana

Settimana calma nelle stazioni grazie ai margini lordi al di sopra della media e ribassi in Toscana per la cancellazione dell’accisa per l’Elba.

Carburanti: prezzo stabile sulla rete, via l'accisa in Toscana

di Eleonora D'Uffizi

03 ottobre 2012

Settimana calma nelle stazioni grazie ai margini lordi al di sopra della media e ribassi in Toscana per la cancellazione dell’accisa per l’Elba.

Il prezzo della benzina è rimasto, in questa settimana, sostanzialmente stabile: gli aumenti sul mercato internazionale, infatti, sono stati mitigati dai margini lordi sempre al di sopra della media degli ultimi anni. Questo tipo di situazione tra l’altro, insieme al calo della domanda, potrebbe dare luogo a iniziative promozionali che fanno leva sul prezzo simili alla campagna estiva «Riparti con Eni». 

In Toscana si registra invece una diminuzione di 5 centesimi (più 1,1 di Iva) sul prezzo di un litro di benzina grazie all’eliminazione dell’accisa regionale introdotta nel 2011 per raccogliere fondi a favore degli alluvionati dell’isola d’Elba. Il governatore della Regione, Enrico Rossi, ha invitato i cittadini a verificare l’effettiva diminuzione nelle pompe:  «L’accisa è stata tolta con tre mesi di anticipo e solo con Eni è stato sottoscritto un protocollo con il quale la compagnia si impegna ad adeguare il prezzo e, se possibile, a fare anche ulteriori riduzioni. Dalle altre compagne sono arrivate, al momento, solo promesse. Per questo invito i cittadini a vigilare». 

Nel dettaglio, secondo il monotoraggio di Quotidiano Energia, il prezzo medio in modalità “servito” nelle stazioni va per la benzina dall’1,892 euro/litro di Eni all’1,904 di Tamoil, con le no logo a 1,756; per il diesel dall’1,792 euro/litro di Shell all’1,797 di Tamoil e IP, no logo a 1,670; per il gpl tra 0,804 euro/litro di Esso e 0,821 di TotalErg, con no logo a 0,794.