Vergilius da record: 250 multe al giorno

Il sistema di rilevamento elettronico della velocità Vergilius ha ottenuto il record di 500 multe fatte nei primi due giorni di funzionamento.

Vergilius da record: 250 multe al giorno

di Giuseppe Cutrone

02 agosto 2012

Il sistema di rilevamento elettronico della velocità Vergilius ha ottenuto il record di 500 multe fatte nei primi due giorni di funzionamento.

Un debutto da vero e proprio campione: si può definire in questo modo l’esordio di Vergilius, il nuovo sistema di rilevazione elettronica della velocità progettato e installato dall’Anas su alcune delle strade statali più pericolose quanto a numero di incidenti registrati.

Vergilius, che è in grado di rilevare la velocità media e quella istantanea dei veicoli in transito nei tratti in cui è in funzione, ha iniziato il suo lavoro sotto la gestione della Polizia Stradale lo scorso venerdì su strade come la SS1 Aurelia, nel Lazio, la SS7 Domitiana, in Campania, e la SS309 Romea, in Emilia Romagna.

E proprio nella strada campana Vergilius ha dato il meglio di sé, riuscendo a registrare ben 500 sanzioni nei primi due giorni di funzionamento, cogliendo in fallo gli automobilisti che percorrevano i circa 10 chilometri di strada monitorati con velocità superiori a quella massima consentita in questi tratti, che è pari a 90 km/h.

Si tratta sicuramente un grande affare per le autorità, le quali, se la media di 250 multe al giorno da 39 euro ciascuna dovesse mantenersi costante nel tempo (cosa che appare comunque improbabile), arriverebbero a incassare quotidianamente una cifra vicina ai 10.000 euro, per toccare una quota di oltre 3 milioni e mezzo di euro su base annule, soldi ai quali si aggiungerebbero le sanzioni comminate sugli altri tratti italiani in cui è in funzione.

La particolare performance del sistema non ha pertanto mancato di suscitare qualche polemica, dato che la Domitiana è una strada a doppia carreggiata con un andamento che rende scorrevole il traffico, “invitando” con estrema facilità gli automobilisti ad andare più forte dei 90 km/h previsti dalla legge e portandoli così a cadere in errore violando il Codice della Strada.

Per questa ragione sono in molti a chiedere la riclassificazione di alcune strade come la Domitiana da semplice statale a strada extraurbana principale, in modo che il limite di velocità sia fissato a 100 km/h e che risulti così più adatto al tipo di percorso.

No votes yet.
Please wait...