Benzina: dopo gli sconti, il prezzo tocca 1,927 euro

Dopo gli sconti del fine settimana, le rilevazioni registrano un incremento dei prezzi del carburante, con punte di ben 1,927 euro/litro per la verde.

Benzina: dopo gli sconti, il prezzo tocca 1,927 euro

di Francesco Donnici

25 luglio 2012

Dopo gli sconti del fine settimana, le rilevazioni registrano un incremento dei prezzi del carburante, con punte di ben 1,927 euro/litro per la verde.

Dopo la “tregua” degli sconti effettuata nel weekend da alcune compagnie petrolifere, il costo dei carburanti è tornato a salire in modo esponenziale. Secondo gli ultimi rilevamenti di Quotidiano Energia, lo scorso fine settimana si è tenuta un’altra “battaglia” a suon di ribassi tra numerose compagnie: Esso, Ip, Totalerg e no-logo avevano infatti applicato gli sconti (seppur minori rispetto al fine settimana precedente) già a partire da venerdì, mentre Eni aveva atteso il sabato per applicare prezzi pari a 1,650 e 1,550 euro/litro, rispettivamente per benzina e diesel.

Dopo questa breve “boccata d’ossigeno” per gli automobilisti italiani, lunedì i prezzi  dei carburanti sono tornati a salire, con Ip che ha aumentato  il prezzo raccomandato della benzina e di 2 cent quello del diesel. Anche Total Erg ha fatto registrare degli aumenti, seppur più contenuti, con benzina e diesel saliti rispettivamente di 0,7 e 0,4 centesimi.

Nel complesso, i prezzi esposti dalle compagnie italiane risultano in media pari a 1,841 euro/litro per la benzina, 1,739 per il diesel e 0,749 per il gpl, mentre le punte massime registrate risultano pari a 1,927 euro/litro per la verde, 1,784, per il diesel e ben 0,790 per il gpl.