Sicurezza stradale: al via i test antidroga in 19 città

Prende il via oggi un progetto sperimentale con test antidroga per gli automobilisti che vedrà coinvolte 19 città italiane.

Partono oggi i primi controlli per individuare gli automobilisti che guidano sotto l'effetto di droghe. La novità arriva in Italia grazie alla Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale e ha lo scopo di agevolare il lavoro delle forze dell'ordine favorendo una circolazione più sicura. 

La Polizia di Stato potrà contare su 1.800 strumenti donati dalla Fondazione ANIA che consentiranno agli agenti di verificare in tempo reale se un automobilista è in condizioni psicofisiche idonee alla guida di un veicolo. 

Una volta individuato un conducente potenzialmente alterato, infatti, i poliziotti potranno sottoporlo in un primo momento all'alcol test, per poi passare al dispositivo elettronico che rileva la presenza di droghe tramite un campione di saliva. Nel caso in cui l'esito sarà positivo, all'automobilista sarà prelevata dell'altra saliva da inviare ai laboratori d'analisi, i quali entro pochi giorni forniranno il risultato definitivo con valore legale. 

Il progetto, ancora allo stato sperimentale, è stato presentato stamane alla presenza del segretario generale della Fondazione ANIA, Umberto Guidoni, del capo delle "specialità" della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, e del direttore della Polizia Stradale, Giuseppe Bisogno.  

La sperimentazione sarà attiva per tre mesi e vedrà la partecipazione di diversi medici che saranno di supporto agli agenti nei primi controlli. Le città coinvolte nel progetto-pilota sono in tutto 19 e sono Bergamo, Brescia, Bari, Novara, Padova, Trieste, Verona, Messina, Bologna, Forlì-Cesena, Ancona, Ascoli Piceno, Roma, Perugia, Pescara, Teramo, Cagliari e Napoli.

Se vuoi aggiornamenti su SICUREZZA STRADALE: AL VIA I TEST ANTIDROGA IN 19 CITTÀ inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 29 maggio 2015

Vedi anche

Guida autonoma: grave incidente per una Google Car

Guida autonoma: grave incidente per una Google Car

Un'auto a guida autonoma di Google è stata protagonista di un incidente a Mountain View.

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Tommy 2.0, il dissuasore che protegge i parcheggi per i disabili

Ideato dal giornalista Gianluca Nicoletti, questo geniale dispositivo dovrebbe presto diffondersi sulle strade del 1° Municipio di Roma.

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

Apple punta alla McLaren, ma la Casa di Woking smentisce

L'azienda di Cupertino potrebbe acquisire la McLaren per usufruire delle sue tecnologie e puntare alla guida autonoma.