Autovelox: nuovo sistema Vergilius sulle statali

Polizia Stradale e Anas hanno siglato un accordo per l’installazione di nuovi velox Vergilius sulle statali Aurelia, quarter Domitiana e Romea.

Autovelox: nuovo sistema Vergilius sulle statali

di Luca Gastaldi

20 giugno 2012

Polizia Stradale e Anas hanno siglato un accordo per l’installazione di nuovi velox Vergilius sulle statali Aurelia, quarter Domitiana e Romea.

Si chiama “Vergilius” il nuovo sistema di rilevazione della velocità i cui dispositivi sono già stati installati su tre strade dove avvengono molti incidenti. Anas e Polizia Stradale hanno firmato una convenzione per la gestione di questo sistema Autovelox che entrerà in funzione, in via sperimentale, dalla seconda metà di luglio in queste tratte stradali: SS1 Aurelia (ai chilometri 11+950, 15+700 e 23+500), SS7 quarter Domitiana (ai km 44+500 e 54+300) e SS309 Romea (km 1+680 e 7+080).

“La polizia stradale – ha dichiarato il direttore del Servizio Maria Luisa Pellizzari – continua nell’impegno di tutela della sicurezza attraverso l’impiego di moderne tecnologie che consentono di stigmatizzare eccessi di velocità determinati da guide imprudenti e foriere di pericolo per l’incolumità degli utenti. Il sistema Vergilius consentirà di estendere anche sulla rete stradale extraurbana i benefici per i cittadini, già rilevati in ambito autostradale, circa una drastica riduzione dell’incidentalità mortale e un abbassamento entro il limite legale della velocità della corrente di traffico”.

“Permetterà, inoltre, di dedicare le pattuglie di polizia a tutte quelle operazioni che non possono essere delegate alla tecnologia, come le verifiche sulle condizioni psico-fisiche dei conducenti, i controlli sull’efficienza dei veicoli, nonché l’attività di soccorso e di rilievo dei sinistri stradali”.

L’accordo tra Polizia e Anas prevede la cessione, a titolo gratuito, degli impianti da parte di Anas alla polizia stradale che si impegna a garantire il monitoraggio e il controllo della velocità, con l’accertamento delle violazioni, inserendo poi le informazioni nel proprio centro elettronico.