Google: l’auto senza pilota inizia i test in Nevada

L’auto senza conducente di Google ha ricevuto il via libera definitivo per le prove su strada pubblica nello stato del Nevada.

Google: l'auto senza pilota inizia i test in Nevada

di Giuseppe Cutrone

08 maggio 2012

L’auto senza conducente di Google ha ricevuto il via libera definitivo per le prove su strada pubblica nello stato del Nevada.

Esattamente come già anticipato lo scorso anno, lo stato americano del Nevada sarà il primo al mondo nel quale le auto senza conducente di Google potranno circolare su strada pubblica.

La conferma definitiva arriva dal dipartimento dei trasporti locale, che ha assegnato ieri la prima targa speciale a una delle Toyota Prius opportunamente modificate che saranno utilizzate durante i test.

La targa è stata realizzata appositamente per questo progetto e differisce da quelle in uso in Nevada solitamente. Il rilascio è stato subordinato a una specifica prova su strada che ha coinvolto una Google Car sull’autostrada di Carson City e a Las Vegas per capire se e quanto la circolazione di un simile veicoli sia sicura.

Il percorso, a quanto si apprende, comprendeva un misto di tratti cittadini a tratti autostradali che la Prius di Google ha superato senza problemi. Per maggiore sicurezza, gli addetti ai trasporti del Nevada hanno stabilito che all’interno della vettura debbano essere sempre almeno due persone, in modo da avere sempre la componente umana a supervisionare la marcia e ad entrare in azione prendendo i controlli nel caso di problemi al sistema di guida computerizzata.

L’auto senza pilota di Google ha convinto gli amministratori locali, tanto che c’è stato chi, come il direttore del Dipartimento dei Trasporti, ha indicato questo genere di veicoli come il futuro dell’automobile.

Per Google i test in Nevada potrebbero fornire utili indicazioni riguardo la reale applicabilità di questa tecnologia alla guida in piena autonomia, per cui se la sperimentazione dovesse dare i risultati sperati è facile prevedere che si aprirebbe la via definitiva all’uso di questa tipologia di vetture in ambito privato.