Lamborghini Urus: il nuovo SUV verrà prodotto in Italia

L'accordo raggiunto tra il Governo italiano e il Gruppo Volkswagen porterà in Italia la creazione di 500 nuovi posti di lavoro.

Lamborghini Urus

Altre foto »

Dopo una trattativa durata qualche mese, il Governo italiano sembra aver  raggiunto un accordo con il Gruppo Volkswagen (di cui fa parte anche Lamborghini), relativo alla futura produzione del SUV ad alte prestazioni Lamborghini Urus nello storico stabilimento della Casa del Toro di Sant'Agata bolognese.L'annuncio ufficiale dell'avvenuta intesa dovrebbe arrivare mercoledì per bocca del premier Matteo Renzi.

Dopo aver messo sul tavolo della trattativa un investimento di ben 100 milioni di euro, il Governo italiano sembra quindi aver convinto i vertici della Casa di Wolfsburg a realizzare la produzione del futuro SUV Lamborghini nel bolognese invece che nell'impianto di Bratislava, dove vengono assemblate Audi Q7, Volkswagen Touareg e Porsche Cayenne.

Un indizio relativo all'esito positivo della trattativa è arrivato anche da Luca De Meo, capo del marketing Audi, che ha dichiarato: "Ci sono ottime possibilità che il processo venga chiuso entro l'estate. D'altra parte la macchina piace e c'è grande interesse". De Meo conferma quindi il grande interesse per il progetto da parte dei vertici del Gruppo tedesco, anche se non si sbilancia sulla definitiva decisione. Se il progetto dovesse andare in porto, i 100 milioni di investimenti stanziati dal Governo saranno distribuiti attraverso Invitalia, l'agenzia per l'attrazione degli investimenti, facilitazioni con il credito d'imposta, l'Ace (l'aiuto alla crescita economica), senza dimenticare l'utilizzo della cosiddetta "patent box" che detassa i guadagni provenienti  derivanti da marchi e brevetti. La Regione Emilia Romagna gestirà invece i fondi destinati alla formazione dei nuovi assunti. Il piano di produzione prevede infatti la nascita di ben 500 nuovi posti di lavoro, senza contare quelli relativi all'indotto.

Nell'operazione sono stati coinvolti anche i sindacati, compresa la Fiom, che nei giorni scorsi hanno firmato un accordo con la Casa di Sant'Agata bolognese per migliorare la produttività dell'azienda emiliana, inoltre è stato modificato il sistema di prepensionamento utilizzato nel Gruppo Volskwagen in modo da favorire l'assunzione di giovani. La Lamborghini Urus è stata presentata sotto forma di prototipo nel 2012 in occasione del Salone di Pechino. Il nuovo modello sfrutterà materiali particolarmente leggeri abbinati probabilmente al propulsore V10 che equipaggia la Huracan (ma non si esclude l'utilizzo di un V8 TFSI), in modo da offrire potenza e maneggevolezza. Il debutto sui mercati internazionali del nuovo SUV Lamborghini è previsto per il 2019.

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 26 maggio 2015

Altro su Lamborghini

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro
Anteprime

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro

Sotto i riflettori del Salone di Los Angeles, Lamborghini svela la versione a trazione posteriore della Huracan Spyder.

Lamborghini Huracan: tuning by DMC
Tuning

Lamborghini Huracan: tuning by DMC

Body Kit in carbonio e 20 CV in più nel motore

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?
Anteprime

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?

La Casa di Sant’Agata bolognese potrebbe svelare al Salone americano una variante ancora più estrema della Huracan.