PSA vende la sede di Parigi per ridurre i debiti

PSA Peugeot-Citroen mette in vendita la storica sede di Parigi per ridurre i debiti in costante crescita.

PSA vende la sede di Parigi per ridurre i debiti

Tutto su: Peugeot

di Stefano Fossati

03 aprile 2012

PSA Peugeot-Citroen mette in vendita la storica sede di Parigi per ridurre i debiti in costante crescita.

La crisi del settore dell’auto sta mettendo in seria difficoltà numerosi costruttori che, oltre a rinnovare costantemente i propri modelli e ad inventarsi promozioni sempre nuove per cercare di risvegliare un mercato sempre più immobile, devono gestire con attenzione il proprio patrimonio per evitare il minimo spreco e trovare la liquidità necessaria per restare sul mercato.

Questa volta è toccato al gruppo PSA, che controlla i marchi Peugeot e Citroen, dover trovare il modo di far cassa per ridurre i debiti in costante crescita e l’unica soluzione è stata quella di mettere in vendita la storica sede di Parigi che si estende in avenue de la Grande Armèe dal numero 69 all’81 e in Rue Pergolèse dal 6 all’8 nel 16esimo distretto.

L’edificio si trova a circa 700 metri dall’Arco di Trionfo ed è la sede di Peugeot da ben 48 anni; al suo interno lavorano circa 1900 persone, tra i dipendenti di PSA e quelli del marchio del Leone.

L’acquirente, secondo quanto dichiarato da PSA, è il gruppo Ivanhoe Cambridge, braccio immobiliare della Cassa di Deposito e Investimento del Quèbec, che sborserà la ragguardevole cifra di 245.5 milioni di Euro.

La cessione non è comunque una sorpresa, in quanto PSA aveva già annunciato l’intenzione di vendere alcuni immobili durante la presentazione, avvenuta a febbraio, dei bilanci del 2011 dove ha registrato un indebitamento pari a 3.4 miliardi di Euro.